Le tante sicilie di Taormina arte

Note di Pompeo Oliva, direttore artistico

C’è un “fil rouge” che lega gli avvenimenti che tutti assieme formano il cartellone di musica e prosa dell’edizione 2006 di Taormina Arte?
O i fili sono di diverso colore e servono a comporre un cromatismo piacevolmente variegato?
Un po’ l’uno e un po’ l’altro.
Se andiamo a guardare nel programma della prosa una spiccata tonalità di impronta siciliana si può rintracciare nelle tre produzioni che debuttano in prima nazionale al Teatro antico. Da un “Decamerone in Sicilia”, che mette insieme le non poche novelle di riferimento isolano, a “ Salvatore Giuliano” che ripercorre con l’effervescente leggerezza di un musical un’epopea segnata da fatti tragici e mitizzazioni assai controverse, a “Il Gattopardo”, irraggiungibile affresco e metafora di un particolare momento di passaggio nelle sempre travagliate vicende dell’Isola.
La Sicilia quindi, ma anche tante Sicilie, che colgono situazioni storiche ed esistenziali diverse, e che tuttavia servono ciascuna a comporre un immaginario ricchissimo e probabilmente inesauribile.
Ma a questo punto non ci sembra giusto considerare “fuori tema” due altri appuntamenti di prosa, ospitati al Teatro Antico, quali sono la particolarissima interpretazione della Kafkiana “Metamorfosi”, offerta da “La Fura dels Baus” in assoluto tra i gruppi più interessanti della scena teatrale europea e una serata dedicata a Pierpaolo Pasolini con musiche inedite di Nicola Piovani e letture di scritti del grande poeta, interpretate da Ascanio Celestini.
Nessun dubbio sul fatto che i due titoli arricchiscono un cartellone di prosa che l’ineguagliabile contesto del Teatro Antico contribuirà ad esaltare.
Il programma di musica e danza va letto nella sua articolata composizione.
Due grandi appuntamenti di danza, il primo dei quali affidato al team coreografico dei “Kataklò” costituisce lo spettacolo inaugurale della stagione e segna la riapertura del Teatro Antico con il nuovo palcoscenico, le nuove gradinate, la nuova cabina di regia, e l’altro che vede impegnato un grande “etoile” della danza mondiale qual è Julio Bocca,
tra i massimi ballerini degli ultimi venti anni.
Ai due spettacoli si aggiunge quello di un gruppo più giovane, che si è formato in Sicilia. Parliamo della compagnia “Itai”, che si sta impegnando in un percorso interessante nell’ambito della danza contemporanea, di cui è testimonianza la coreografia “Atman”.
Poi il jazz. Anche qui due presenza di generazione diversa. Monty Alexander, star affermato e uno dei caposcuola nel mondo jazzistico, e Francesco Cafiso, che non possiamo più definire rivelazione, considerata la vasta affermazione acquisita.
Taormina Arte ospita anche quest’anno il “Womad” in Italia, un appuntamento che è diventato uno dei punti di forza della stagione musicale e un’occasione per una rassegna in continua evoluzione della migliore “world music”.
Al repertorio classico viene dedicata una particolare e doverosa attenzione.
Avremo quest’estate a Taormina grandi complessi sinfonici, a cominciare dall’orchestra e Coro del Teatro alla Scala che esegue le musiche di Ennio Morricone, sotto la direzione dello stesso, alla London Chamber Orchestra che si avvarrà del contributo del pianista Mario Galeani.
A queste orchestre, si affiancherà quella del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, che eseguirà un repertorio di compositori italiani del Novecento.
Un concerto solistico per pianoforte è quello affidato al pianista messicano Enrique Batiz, mentre l’anno mozartiano sarà ricordato con le repliche di “Don Giovanni” che per la Direzione del Maestro Gallina vede impegnati Simone e Nicola Alaimo e con un “Notturno mozartiano” affidato al Maestro Janos Acs e, ad un quartetto di cantanti che faranno ascoltare un florilegio delle più apprezzate arie del repertorio operistico del grande compositore salisburghese.
Il Palazzo Duchi di S. Stefano è uno dei tanti spazi su cui Taormina può contare per un progetto basato su una concezione di “spettacolo diffuso” , che coinvolga l’intero contesto cittadino. Altri spazi infatti si potrebbero individuare in una prospettiva da mettere in campo per le prossime edizioni.
Per questa stagione la scelta del Palazzo dei Duchi di S. Stefano, confermata peraltro in forza della particolare adattabilità di questo contesto spaziale, consente di mettere insieme – nell’arco di due settimane di agosto – una scelta di spettacoli raffinati, pur nella loro specifica diversità.
Da una parte un trittico di operine liriche di compositori italiani contemporanei (D’Aquila, Betta, Taggeo), quindi un piccolo ciclo di serate con proiezione di film muti accompagnati da musiche originali al pianoforte eseguite da Giovanni Renzo, e poi ancora il progetto “Molo Nord”, centrato sull’emigrazione siciliana in Argentina.
A chiusura il reading di Roberto Alajmo “I Pazzi di Palermo”, centrato sul suo repertorio di persone strambe e simpatici matti, che lo scrittore palermitano ha dato con successo alle stampe.
Come si vede, occasioni plurime e aperte a sempre nuove possibilità di sperimentazione in una visione che travalica i tradizionali schemi dei generi, per rappresentare un luogo d’incontro di forme espressive molteplici e differenziate.

Leggi anche  Emilia Romagna, designati commissari straordinari per garantire il funzionamento delle strutture sanitarie

6 luglio – 24 agosto
TAORMINA ARTE
direttore artistico Pompeo Oliva

TEATRO ANTICO, ore 21.30

6 luglio
Inaugurazione Teatro Antico
THE BEST OF KATAKLO’ FOR TAORMINA
Compagnia di danza KATAKLO’

7 luglio
MONTY ALEXANDER

11 luglio
BANDA NAZIONALE DELLA POLIZIA DI STATO
CHERYL PORTER vocalist
MAURIZIO BILLI direttore

14, 15 e 16 luglio
WOMAD IN TAORMINA
14 luglio
Jimmy Cliff
15 luglio
Cesaria Evora
16 luglio
Simple Minds

19 luglio
ORCHESTRA VITTORIO EMANUELE
Maurizio Arena direttore

21 luglio
FRANCESCO CAFISO QUARTET

25 luglio
MUSICHE PER IL CINEMA
ENNIO MORRICONE direttore
ORCHESTRA E CORO FILARMONICA DELLA SCALA

29 luglio
LONDON CHAMBER ORCHESTRA
CHRISTOPHER WARREN GREEN direttore
MARIO GALEANI pianista
W. A. Mozart Ouverture da « Le Nozze di Figaro” KV 492
L.Van Beethoven Concerto per pianoforte ed orchestra n.5 op.73 in mi bem. Maggiore”L’ Imperatore”
R. Wagner Idillio di Sigfrido
F. Mendelssohn Sinfonia n. 4 op. 90 in la maggiore “Italiana”
Concerto in memoria di Aurelio Turiano
30 luglio

LETTURE DA PIERPAOLO PASOLINI DI ASCANIO CELESTINI
AL PINOFORTE NICOLA PIOVANI
musiche originali di Nicola Piovani
racconti di Pierpaolo Pasolini letti da Ascanio Celestini

3 e 5 agosto
DON GIOVANNI
di W. A. Mozart
ORCHESTRA FILARMONICA DI PALERMO
CORO FILARMONICO DI PALERMO
ONOFRIO GALLINA direttore
Don Giovanni SIMONE ALAIMO
Leporello Nicola NICOLA ALAIMO
Donna Anna ELENA PAVLOVA
Donna Elvira YUKA NAKAO
Don Ottavio NICOLA PISANIELLO
Masetto ADRIANO CATANESE
Zerlina AUDE PRYIA
Commendatore EMIL ZHELEV
regia di Simone Alaimo

6 agosto
ENRIQUE BATIZ pianista
L. Van Beethoven Sonata n. 8 in do minore op. 13 “Patetica”
F. Chopin Fantasia in fa minore op. 49
Mussorgsky- Ravel Quadri di una Esposizione
F. Chopin Polonesa n. 6

8 agosto
JULIO BOCCA & BALLET ARGENTINO
Desde Lejos
Nine Sinatra Songs
Piazzolla Tango Vivo

9 e 10 agosto
LA TEMPESTA
di William Shakespeare
con Virginio Gazzolo e Vanessa Gravina
Regia Walter Manfrè

12 agosto
DECAMERONE
di Giovanni Boccaccio
riduzione teatrale di Renato Giordano
con Beppe Barra e Andrè De La Roche

13 agosto
NOTTURNO MOZARTIANO
ORCHESTRA ACCADEMIA DI PALERMO
JANOS ACS direttore

18, 19 e 20 agosto
IL GATTOPARDO
dal romanzo di Tomasi di Lampedusa
con Luca Barbareschi
regia di Andrea Battistini
produzione Regione Siciliana – Assessorato Regionale Turismo
Fondazione Teatro della città di Latina
prima nazionale

22 agosto
ATMAN
Compagnia di danza contemporanea Itai
coreografie di Lino Privitera

PALAZZO DEI CONGRESSI, ore 21,30

24 agosto
FURA DELS BAUS
Metamorfosis
da Franz Kafka

PALAZZO DUCHI SANTO STEFANO, ore 21,30

9 e 10 agosto
MONODRAMMI IN MUSICA
Tre opere da camera
AVERROE’
di Daniele Martino
musica di Marco Betta
L’UOMO DAL PASSAMONTAGNA
di Fabrizio Catalano
da un racconto di Leonardo Sciascia
musica di Giovanni D’Aquila
LE CARTE SALVATE
di Albino Taggeo da un’idea di Rosanna Festa
musica di Albino Taggeo
regia di ALDO CESAR FAGA’
ENSEMBLE STRUMENTALE SYMPHONIA LAUS
MICHELE AMOROSO direttore

11 agosto
DECAMERONE IN SICILIA
Letture e musica dal vivo con Beppe Barra e Nuklearte
a cura di Renato Giordano

14 e16, 19-20 agosto
MUSICA IN BIANCO E NERO
Giovanni Renzo al pianoforte

22 agosto
PROGETTO MOLO NORD
Sicilia – Buenos Aires
Storia di emigrazione siciliana in Argentina
video di Sandro Dieli
musiche dal vivo dei “Sun”
libro di Roberto Alaimo
mostra fotografica di Ernesto Bazan

23 agosto
I PAZZI DI PALERMO
reading di Roberto Alajmo
al pianoforte Marcello Alajmo

 

Leggi anche  Campidoglio, ecco i nuovi appuntamenti dell’Estate Romana dall’11 al 17 luglio

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile