Sicurezza: vertice Comuni, prefetto, questore e forze ordine

Una diminuzione complessiva dei reati ma con un aumento dei furti in abitazioni ed esercizi commerciali e di atti di vandalismo: è il quadro fornito stamani nella riunione del comitato provinciale di Firenze per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuta a Borgo San Lorenzo e a cui hanno preso parte con i sindaci del territorio, il prefetto Paolo Padoin e il questore Francesco Zonno, i vertici locali e provinciali dell’Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale e Vigili del fuoco assieme ai comandanti delle polizie municipali locali. Quello del Mugello, hanno esposto i sindaci, è un territorio con ancora una forte e radicata coesione sociale e pertanto piuttosto tranquillo dal punto di vista della sicurezza ma emergono ombre, situazioni, come una elevata incidentalità, e mortalità, stradale, furti in abitazioni e ripetuti episodi di vandalismo che possono suscitare allarme sociale e percezione di insicurezza. Altra problematica che i primi cittadini mugellani hanno voluto rimarcare è stata la presenza numerosa del turismo motociclistico, quello dei centauri che da tarda primavera e in estate transita in modo massiccio sui passi appenninici, con ripercussioni sulla viabilità e la sicurezza stradale. E a questa presenza si aggiunge anche quella del motociclismo fuori strada nei boschi dell’Alto Mugello. “Il nostro – sottolinea il sindaco di Borgo San Lorenzo e presidente dell’Unione montana dei Comuni del Mugello Giovanni Bettarini che ha ringraziato il prefetto, il questore e i rappresentanti delle forze dell’ordine per la loro presenza – è ancora, fortunatamente, un territorio dalla forte coesione sociale, con un’immigrazione che ha raggiunto il 10% ed ha modificato la composizione sociale ma con un’integrazione vera e positiva. La forte incidentalità ci preoccupa e per questo le amministrazioni hanno intensificato da tempo i controlli sulla strade, in particolare per quanto riguarda l’abuso di alcol, e si stanno ottenendo risultati positivi. L’impegno da parte di tutti è a proseguire con controlli di prevenzione e sicurezza stradale”. Il sindaco Bettarini ha fatto notare anche come si siano registrati episodi di vandalismo e scritte con croci celtiche apparse sui muri di edifici pubblici frequentati da giovani e anziani, che “sono un fenomeno preoccupante e possono destare allarme sociale, oltre che problemi economici alle casse pubbliche e in generale ai cittadini”. I furti in abitazione sono un altro fattore che determina allarme sociale mentre la crisi economica, con una crescente difficoltà economica per le famiglie, fa nascere situazioni di tensione sociale: “E’ stato ribadito – afferma il sindaco di Borgo Bettarini – un coordinamento stretto e continuo tra Comuni e forze dell’ordine, e in particolare con l’Arma dei Carabinieri, è quello che abbiamo fatto finora e che continueremo a fare per monitorare il nostro territorio e garantire sicurezza ai cittadini. Da parte di questi ultimi può arrivare un deciso contributo, rispettando le regole e segnalando i problemi. Dobbiamo continuare a lavorare, tutti, ancora di più sulla prevenzione e – conclude – sulla diffusione della cultura della legalità per continuare a vivere in un Mugello sicuro”.

Leggi anche  Torna in Italia Niccolò, lo studente 17enne di Grado bloccato a Wuhan

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile