Storia di Piero, insegnante che non riceve lo stipendio da sei mesi

di Marco Norcini

Piero è uno dei tanti precari della scuola, insegnante del II° Circolo Didattico di Velletri con nomina annuale in seguito a una sostituzione per malattia, La docente titolare di cattedra, infatti ha avuto seri problemi di salute. Quella che piero riteneva essere una fortuna, all’inizio, si è rivelata un’arma a doppio taglio. Obbligato dal lavoro a rispettare orari ed etichette della pubblica amministrazione da una parte non si è visto ricambiato con la stessa quotidianità con la quale lui si è presentato a scuola. Dopo i primi due mesi di stipendio erogati dallo Stato, infatti, il ministero ha smesso le erogazioni. “Ho preso lo stipendio di ottobre nel mese di dicembre e da allora il silenzio è calato da parte della scuola… In pratica devo ancora prendere lo stipendio di: novembre, dicembre, gennaio, febbraio (si riferisce al 2011) e siamo quasi alla fine di marzo e dei miei soldi neanche l’ombra”.

“L’amministrazione della scuola dice che il ministero non manda i soldi quindi non può pagare i supplenti – spega Piero -, io rispondo che non è un problema mio e che pretendo i miei soldi e loro mi dicono di rivolgermi ai sindacati, i quali mi dicono di fare la diffida e poi l’ingiunzione di pagamento, ma ci vogliono 50 euro per avviare le pratiche…” Intanto i mesi sono già diventati sei. “Ma secondo voi, se uno non viene pagato e deve mantenersi ha pure 50 euro da spendere per sperare di poter avere i soldi che gli spettano di diritto?” Si chiede Piero. “Perché devo garantire un servizio – prosegue – allo Stato quando lo Stato non mi garantisce uno stipendio? Eppure a scuola sono state appena montate delle meravigliose lavagne multimediali costate migliaia di euro”. Per Piero quello che è accaduto nel 2011, si sta ripetendo anche quest’anno, con un’aggravante. La domanda per partecipare al concorso per docenti, indetto dal ministero, non è stata accettata per un problema informatico, u caso questo comune a molte migliaia di iscritti e aspiranti al concorso.

Leggi anche  Siria, liberato l'imprenditore Sergio Zanotti

Intervista audio

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile