Trattativa Stato mafia. La moglie di Borsellino: Mancino abile a chiamare il Capo dello Stato

Agnese Borsellino, moglie di Paolo, commenta — con la sua voce, dopo anni di silenzio — gli ultimi avventimenti relativi al processo sulla trattativa e alla decisione della consulta sul conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato.

“Della presunta trattativa ai tempi delle stragi non ho mai saputo niente e, perciò, non ho avuto nessun ruolo. La verità su quella di via D’Amelio si deve cercare e non si può inventare ed io – per quello che so e non per quello che si pretende io debba sapere – ho sempre assicurato la più puntuale collaborazione” Afferma l’ex ministro dell’Interno Nicola Mancino, imputato di falsa testimonianza, ieri chiamato in causa da Agnese Borsellino, vedova del magistrato ucciso dalla mafia, intervenuta in una dichiarazione esclusiva alla trasmissione Servizio Pubblico, in onda su LA7.
La vedova si è detta «sdegnata» per il fatto che Mancino <nel corso di indagini giudiziarie, che pure lo riguardavano, non ha avuto scrupoli nel telefonare alla più alta carica dello Stato, cui oggi io ribadisco tutta la mia stima, per mere beghe personali».
«Mi chiedo – ha aggiunto – chi era e quale ruolo rivestiva l’allora ministro dell’Interno Nicola Mancino, quando il pomeriggio del primo luglio del ’92 incontro’ mio marito? Perché Paolo rientrato la sera da Roma, mi disse che aveva respirato aria di morte?».
Mancino risponde e ricorda quell’incontro. «Il pomeriggio del primo luglio 1992, il giorno del mio insediamento al Viminale come ministro dell’Interno, ho incontrato il compianto giudice Borsellino e il giudice Aliquò che lo accompagnava. Dalle deposizioni del giudice Aliquò ho potuto ricavare la conferma che quel pomeriggio del primo luglio 1992 l’incontro si limitò ad una semplice stretta di mano. I due magistrati, come da verbale di interrogatorio del dottore Aliquò, allontanandosi dagli uffici del Viminale, tra di loro si confidarono il comune rammarico per non avere potuto parlare con il nuovo ministro delle linee di contrasto alla mafia. Il giorno del mio insediamento!», rimarca Mancino.

Guarda tutta la puntata di Servizio Pubblico andata in onda su LA7 il 6 dicembre

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile