Papa Francesco in Albania, misure sicurezza eccezionali

Mobilitati 2.500 agenti, è la prima visita in Europa

Le autorità albanesi stanno predisponendo gli ultimi preparativi alla vigilia dell’arrivo di Papa Francesco per la sua prima visita in Europa, caratterizzata da misure di sicurezza senza precedenti in questo Paese dei Balcani dove i cattolici sono una minoranza.
papa francescoCirca 2.500 poliziotti sono stati mobilitati per vigilare sul corretto svolgimento di questa visita, per la quale sono stati previsti dispositivi di sicurezza rigidissimi. In tutta la zona centrale di Tirana, compresa tra Piazza Skenderbeg, Via dei Martiri della Nazione e piazza Madre Teresa, dove è previsto il grosso delle attività del pontefice, la polizia ha predisposto 29 posti di blocco. Vietata la circolazione delle auto private, tutti quelli che intendono partecipare alla Santa Messa saranno minuziosamente perquisiti.
Mentre la stampa italiana e alcune “voci” irachene temono che il papa possa essere obiettivo dei fondamentalisti islamici in Albania, il ministro degli Interni albanese, Saimir Tahiri, si è mostrato rassicurante e determinato. “Non c’è alcuna indicazione che ci permetta di dire che la vita del papa sia sotto minaccia. Abbiamo pero’ preso misure di sicurezza senza precedenti, per garantire l’ordine pubblico e la pace in occasione di questa visita”, ha spiegato Tahiri.
“Il livello di allerta delle forze di polizia è il massimo. Un gran numero di poliziotti sorveglierà tutte le attività. Le forze speciali sono inoltre mobilitate su tutto il territorio dell’Albania”, ha aggiunto il ministro. Secondo una fonte di polizia che ha chiesto l’anonimato, cecchini saranno piazzati sui tetti degli edifici che circondano il centyro della città. (fonte AFP)

Leggi anche  Mattarella ricorda le stragi di Capaci e Via d'Amelio

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile