Alluvione in Maremma, due i morti si cercano i dispersi

l_alluvione-in-maremmaMANCIANO (GROSSETO). Sono due sorelle le vittime del maltempo in Maremma, Marisa e Graziella Carletti, 69 anni e 65 anni, originarie di Manciano. La loro auto, una Citroen C3, e’ stata travolta dalla piena del fosso Sgrilla, un affluente dell’Elsa, in localita’ Sgrillozzo, mentre percorrevano una strada in fondovalle. I vigili del fuoco hanno recuperato il veicolo mentre era sommerso dall’acqua: all’interno c’erano i corpi delle donne.
“Ci avevano comunicato un allerta meteo moderata, da 40-80 mm al massimo, e che sarebbe finita intorno alle 18. Invece la pioggia ha continuato e si e’abbattuta con maggiore violenza”: cosi’ il sindaco di Manciano (Grosseto), Marco Galli, uno dei territori piu’ colpiti, dall’ondata di maltempo che ha anche causato due vittime in localita’ Sgrillozzo. Il sindaco ha fatto una prima ricognizione nel comune e ha rilevato esondazioni, danni alla viabilita’, ponti crollati, case alluvionate.Due anni dopo la devastante alluvione del novembre 2012, che aveva provocato la morte di 6 persone sempre in provincia di Grosseto, la Maremma è nuovamente in ginocchio a causa di una nuova alluvione. Come infatti ampiamente previsto nei giorni scorsi, oggi un violento MCS temporalesco ha colpito bassa Toscana, alto Lazio e zone occidentali dell’Umbria proprio come accaduto in quel terribile novembre di due anni fa, quando un sistema temporalesco persistente su mesoscala aveva colpito la stessa identica area. Tutti i corsi d’acqua sono andati in piena, purtroppo con conseguenze drammatiche.

Le terme di Saturnia allagate

DUE MORTI PER LA PIENA DELL’ELSA – Due donne sono morte travolte dalla piena del fiume Elsa. Le due vittime erano rimaste intrappolate nella loro auto sommersa dall’acqua e sono state estratte dai vigili del fuoco. I pompieri hanno salvato nella stessa zona decine di persone e continuano le ricerche di eventuali dispersi. Le due vittime, secondo quanto appreso, sono due donne di 65 e 69 anni e sono residenti una a Roma e una Manciano (Grosseto). Tutto e’ accaduto in localita’ Sgrillozzo, nel comune di Manciano. L’auto, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stata travolta da altre vetture durante l’esondazione del torrente Elsa. Nella zona colpita dal maltempo i vigili del fuoco hanno effettuato decine interventi di salvataggi. Sono ancora impegnati per verificare che non ci siano altre auto coinvolte. L’alluvione ha colpito anche la zona delle colline del Fiora.E’ crollato un ponte sul torrente Gattaia presso Saturnia dove le stesse terme sono state invase, comprese le piscine, da detriti di acqua e fango.
Gli accumuli pluviometrici giornalieri (ancora parziali) sono spaventosi: 311mm alla Riserva di Cantabbio, 259mm a San Martino sul Fiora, 257mm a Poggio Murella, 222mm a Sovana, 204mm a Saturnia, 143mm a Sorano, 142mm a La Marsiliana, 139mm a Castell’Azzara, 136mm a Pitigliano, 130mm a Semproniano. I pluviometri di Marsiliana, Semproniano e Sorano hanno registrato cumulati fino a 120-130mm in due ore. Intensita’ massime orarie fino a 50-60mm.

Leggi anche  Palermo, sei arresti. Ipnotizzavano e derubano anziani

DANNI GRAVISSIMI SULLE STRADE – Si riscontrano ingenti danni al patrimonio viario della zona. Risultano allo stato attuale chiuse – prosegue la nota le seguenti strade: SR 74 Maremmana da localita’ Sgrillozzo fino a Manciano; SP 94 S.Andrea tratto dal ponte sul fiume Albegna all’intersezione con SP 146 Aquilaia; SP 10 Follonata in corrispondenza dei ponti sui torrenti Gattaia e Stellata SP 101 Sgrilla per 3 km dal bivio con SR 74. Immediatamente intorno alle 16:30 sono partite – spiega la nota – le prime unita’ dei Vigili del fuoco, tutte le forze dell’ordine presenti nel territorio, insieme agli addetti e ai mezzi della Protezione Civile dei Comuni, del Consorzio di Bonifica e della Provincia di Grosseto.
I Vigili del Fuoco hanno evacuato con l’elicottero 27 persone. Contestualmente si e’ riunita presieduta dal vicario dr. Luigi Manzo, e dal presidente della Provincia Emilio Bonifazi, l’unita’ di crisi nella sala operativa di piazza Martiri d’Istia a Grosseto per coordinare tutti gli interventi necessari. Il servizio di Protezione Civile del Comune di Orbetello ha previsto a scopo cautelare l’evacuazione dei nuclei familiari che risiedono nelle zone di maggior criticita’ e un centro di raccolta in localita’ Barca del Grazi con navette per il trasporto al Palazzetto dello sport di Orbetello. Nelle operazioni di intervento di emergenza sono stati impiegati dai Vigili del Fuoco 4 gommoni, 1 mezzo anfibio, 1 hovercraft dei Vigili del fuoco, 1 Unita’ di Crisi locale oltre ai vari mezzi logistici e di intervento.