Elicotteri, mazzette e fondi neri. AgustaWestland nella bufera per le forniture in Algeria

Nella mattina odierna, militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Varese, con la collaborazione di altri Reparti del Corpo competenti per territorio, su delega di questa Procura della Repubblica, stanno dando esecuzione – nelle provincie di Varese, Milano, Bergamo, Genova, Novara, Padova, Sassari, Siracusa, Treviso e AgustaElicotteroUdine – a nr. 41 Decreti di perquisizione locale emessi nell’ambito delle indagini di cui al procedimento penale n. 5587/14 R.G.N.R. Mod. 21 per le ipotesi di reato di corruzione internazionale (art. 322 bis c.p.) ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti (art. 2 Decreto Legislativo 74/2000).
I fatti in corso di approfondimento concernono la creazione, da parte di alcuni dirigenti, non più in carica, della Agustawestland Spa – impresa del gruppo Finmeccanica con sede legale a Roma ed amministrativa a Vergiate (VA) – di “fondi neri”, generati mediante l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e successivamente impiegati per favorire la citata multinazionale italiana nell’aggiudicazione di una gara d’appalto per la fornitura, negli anni 2009/2011, di elicotteri al Governo della Repubblica di Algeria.

Leggi anche  Roma, minori picchiano a sangue un giovane nigeriano. Si era permesso di passare sotto le loro finestre

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile