Funzionari dell’Agenzia delle Entrate “illegittimi”. La Commissione tributaria di Lecce annulla gli accertamenti

agenzia entrateFunzionari dell’Agenzia delle Entrate “illegittimi”. La CTP di Lecce emette le prime due sentenze che annullano gli atti di accertamento sottoscritti da funzionari “non dirigenti” per concorso Ieri la Commissione Tributaria Provinciale di Lecce ha pubblicato le prime due sentenze la numero 1789-02-15 e la 1790-02 -15 che, in accoglimento delle eccezioni formulate dall’avvocato tributarista Maurizio Villani, ha totalmente annullato due avvisi di accertamento per gli Anni 2010 e 2011 notificati a Terra del Sole Onlus, associazione che gestisce il famoso Premio Barocco a Gallipoli.

In sostanza, i giudici tributari della Sezione seconda, tra i primi in Italia dopo Milano, hanno annullato gli accertamenti perché firmati da un funzionario non dirigente per concorso, come ultimamente stabilito dalla Corte Costituzionale con sentenza n. 37 del 25/02/2015. Le sentenze in questione, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” hanno una straordinaria importanza perché ribadiscono il principio che soltanto un dirigente per concorso può firmare gli avvisi di accertamento oppure conferire le deleghe per le firme, richiamando molti principi giuridici espressi dalla Corte di Cassazione e dal Consiglio di Stato, più volte citate in un articolo pubblicato sul sito dell’avvocato Villani e quello dello “Sportello dei Diritti” lo scorso mese di aprile 2015.

Leggi anche  Burkina Faso: la perdurante situazione di insicurezza ostacola gli aiuti umanitari