Milano scandalo tangenti nella sanità: arrestato il vicepresidente Regione Lombardia

E’ finito in carcere Mario Mantovani, ex assessore alla Salute e vicepresidente della Regione Lombardia, il suo collaboratore Giacomo Di Capua e un ingegnere del Provveditorato alle opere pubbliche per la Lombardia e la Liguria, Angelo Bianchi.

Mario MantovaniLe accuse a carico di Mantovani e degli altri due arrestati sono di concussione, corruzione aggravata e turbata libertà degli incanti. Nella nota della Procura della Repubblica si legge che i fatti contestati, sono stati “commessi a Milano tra il 6 giugno del 2012 e il 30 giugno del 2014”. A effettuare gli arresti il nucleo tributario della Gdf di Milano che ha eseguito l’ordinanza del Gip milanese, Stefania pepe, nell’ambito delle indagini condotte dal procuratore aggiunto Giulia Perroti e dal sostituto Giovanni Polizzi. Nel comunicato si legge che all’epoca dei fatti Mantovani era “senatore della Repubblica e sottosegretario di Stato, assessore alla Salute della Regione Lombardia e Sindaco di Arconate”.

Quanto agli altri due arrestati si tratta del collaboratore di Mantovani, Giacomo Di Capua, dipendente di Regione Lombardia che “ha concorso nei reati di concussione, corruzione aggravata e turbata libertà degli incanti”, e di un ingegnere, Angelo Bianchi, accusato di concorso in concussione nel ruolo di Responsabile unico del procedimento di gare che avevano come appaltante il Provveditorato, e indagato per corruzione e turbata libertà degli incanti. Inoltre, aggiunge la nota, “sono state eseguite perquisizioni e sequestri di documenti in relazione ad altre ipotesi di reato (abuso d’ufficio e turbativa d’asta) ascrivibili a Mario Mantovani in concorso con altri soggetti”.

I sequestri sono stati effettuati nelle città di Milano, Pavia, Varese, Vercelli e Rimini, negli uffici di Regione Lombardia e nelle abitazioni (nove) e nelle società (17) riconducibili anche ad altri 12 indagati che hanno concorso nei vari reati a vario titolo.

Leggi anche  Milano, arrestato uomo per violenza sessuale su minori

Fonte Askanews