Guerra di camorra a Napoli, due morti nel fine settimana. Uccisa anche la sorella di un boss

Un pregiudicato ucciso e il fratello incensurato ferito. E’ il bilancio di un agguato avvenuto la scorsa notte a Napoli nella zona di San Pietro a Patierno, nella zona nord della città. La vittima si chiamava Domenico Aporta e aveva 24 anni. Il giovane, riferisce la polizia che sta indagando, aveva precedenti per rapina e stupefacenti e risulta legato alla famiglia Vinella Grassi. Sul suo cadavere è visibile almeno un colpo d’arma fuoco alla testa. Nello stesso contesto è stato ferito a un braccio il fratello Mariano, incensurato di 20 anni. I fatti si sono verificati in via Monte Faito lotto 19.

PoliziaSecondo la polizia la cosca Vanella Grassi sarebbe uno dei gruppi che si contendono il controllo delle piazze di spaccio nel capoluogo partenopeo. L’uomo era stato ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco con una ferita d’arma da fuoco alla testa. In quello stesso ospedale era stato trasportato perché ferito ad un braccio il fratello Mariano, 20 anni, incensurato.

Fibrillazione anche nell’area orientale, nel quartiere di Ponticelli, dove sabato scorso un sicario ha ucciso Nunzia D’Amico, sorella del boss del rione Conocal, considerata il reggente della cosca, dopo l’arresto del capo clan. Una raffica di colpi d’arma da fuoco è stata esplosa intorno alla mezzanotte in via Regina Margherita, senza provocare danni o feriti. Agli inquirenti Mario Aporta ha raccontato di essere stato ferito mentre era a bordo di un ciclomotore vicino alla sua abitazione di via Cupa di Cesarea: “ho sentito degli spari e mi sono accorto di essere stato ferito”, avrebbe detto agli agenti che lo hanno ascoltato all’ospedale dove sarebbe stato trasportato da un’auto di passaggio alle quattro di questa mattina. Un racconto tutto da verificare, mentre sono scarsi gli elementi per ricostruire l’omicidio del fratello.

Leggi anche  Minacce giornalisti: il vicepresidente del CSM David Ermini a Firenze

[amazon template=banner easy&asin=978-8854121744%26]

 

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile