“Chi glielo dice a mio padre che ha perso tutto?”: Banca Etruria, oggi venerdì 27 novembre conferenza stampa di Federconsumatori Toscana

Firenze – “Chi glielo dice a mio padre che ha perso tutto?: inizia così una lettera di un figlio di un anziano titolare di obbligazioni subordinate della Banca Etruria, su cui è calata la scure del Decreto di sabato approvato in Consiglio dei Ministri .

Decreto che per il salvataggio della Banca stessa, con la costituzione di una nuova banca, lascia con l’amaro in bocca azionisti grandi e piccoli e risparmiatori che con fiducia sono stati consigliati a mettere i propri soldi in obbligazioni subordinate (quelle emesse dalla banca stessa ) e che oggi si trovano azzerato il loro valore .

Soldi-donna

E’ sicuramente un altro colpo al rapporto di fiducia tra cittadini e sistema bancario che in Toscana ha visto coinvolte migliaia di persone per le vicende di MPS e della Banca Popolare Vicenza (ex CariPrato ) e ora di Banca Etruria.

La Federconsumatori Toscana si adopererà su più fronti per tutelare le persone coinvolte , sollecitando la magistratura ed i parlamentari toscani affinché in fase di conversione del Decreto si recuperi questa enorme ingiustizia .

E da gennaio con la introduzione del Bail-in i rischi per i correntisti aumenteranno.

Tutto questo sarà oggetto di una conferenza stampa di Federconsum a

OGGI VENERDI’ 27 NOVEMBRE ORE 12

PRESSO LA SEDE DI CGIL TOSCANA (VIA PIER CAPPONI 7, FIRENZE)

SALONE RIZZOTTO (PIANO SEMINTERRATO)

Leggi anche  Firenze, È deceduto il giovane travolto da un treno