Napoli, baby-gang e aggressioni di gruppo: otto casi segnalati. Arrestato il sedicenne dell’accoltellamento al Vomero

Napoli – Prosegue l’attività a tutela dei minori svolta dagli agenti della Polizia Municipale. La presenza degli agenti in abiti civili ha anche consentito di individuare alcuni gruppi di minori violenti; in otto casi si è giunti a denunce a seguito di aggressioni di gruppo a minori, tra l’altro assicurando alla giustizia il sedicenne che, in occasione della Notte Bianca al Vomero il 24 ottobre, aveva accoltellato altri due adolescenti per futili motivi.BabyGang coltello

La polizia municipale, dunque, a seguito di indagini svolte in loco e dopo aver visionato i sistemi di video sorveglianza della zona, ha sottoposto a fermo di polizia il minore di soli sedici anni perché gravemente indiziato. Gli agenti dopo aver raccolto gli elementi utili al fine di individuare il reo, sono riusciti a risalire allo stesso attraverso il suo profilo Facebook, nonostante questi avesse cercato di oscurarlo e nonostante si fosse reso irreperibile assentandosi anche da scuola.
Sono stati poi convocati i minori feriti vittime dell’aggressione, che hanno riconosciuto quale loro aggressore il ragazzo sottoposto a fermo.
Gli investigatori hanno fermato il minore presso la sua abitazione conducendolo, insieme alla madre, negli uffici della Polizia Municipale e solo qui questi ha ammesso le proprie responsabilità sull’accoltellamento, fornendo anche una precisa descrizione circa l’arma usata.
Il minore, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura minorile, è stato accompagnato al centro di prima accoglienza del tribunale per i minorenni.
Il rapido svolgimento delle indagini ha portato all’individuazione dell’aggressore nell’arco delle quarantotto ore successive all’evento.

Nell’ultimo semestre i controlli sono stati intensificati dal venerdì alla domenica sera anche al fine di prevenire la somministrazione di alcolici ai minori. Sono stati 76 gli esercizi commerciali ispezionati e 38 le irregolarità rilevate – 23 sanzioni amministrative e 15 denunce all’Autorità Giudiziaria per infrazione all’art. 689 C.P.(somministrazione alcolici a minori).

L’attività di prevenzione degli agenti in Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli e Banchi Nuovi ha consentito negli ultimi 15 giorni di individuare alcuni minorenni segnalati per il loro comportamento turbolento ed aggressivo. I ragazzi sono risultati inadempienti all’obbligo scolastico, circostanza per la quale i genitori, ai quali sono stati affidati, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per aver sottratto i figli all’istruzione obbligatoria.

Leggi anche  Napoli, l'arresto di Marco Di Lauro