Mattarella ha presieduto il plenum del CSM dedicato al ricordo di Paolo Borsellino a 25 anni dalla strage di Via d’Amelio


Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha presieduto il Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura dedicato al ricordo di Paolo Borsellino a 25 anni dalla strage di Via d’Amelio.

Il Presidente Sergio Mattarella in occasione Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura All’ordine del giorno la delibera della Sesta Commissione, relatori i Consiglieri Ercole Aprile e Antonio Ardituro, che autorizza la pubblicazione di tutti gli atti e i documenti relativi al percorso professionale del giudice Borsellino, dal suo ingresso in magistratura, nel 1963, fino alla tragica morte del 19 luglio 1992, quando vennero uccisi anche 5 agenti della sua scorta.

Il Presidente Sergio Mattarella in occasione Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura L’Assemblea Plenaria è stata aperta dall’intervento del Capo dello Stato che ha ricordato la figura del giudice Borsellino.

Il Presidente Sergio Mattarella con Lucia BorsellinoSono quindi intervenuti il Vice Presidente del CSM Giovanni Legnini e il Presidente della VI Commissione del Consiglio, Ercole Aprile, che ha illustrato la pratica “Pubblicazione degli atti su Paolo Borsellino, a 25 anni dalla strage di via D’Amelio”.

Il Presidente Sergio Mattarella in occasione Plenum del Consiglio Superiore della MagistraturaHanno poi preso la parola: Luca Palamara, Direttore dell’Ufficio Studi e Documentazione del CSM, Giovanni Canzio, Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione, e i consiglieri Maria Rosaria San Giorgio, Pier Antonio Zanettin, Piergiorgio Morosini, Luca Forteleoni, Paola Balducci.

Il Plenum si è concluso, dopo la votazione della delibera della VI Commissione, con le testimonianze in ricordo della strage di Via D’Amelio di Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo e della figlia Lucia Borsellino.

L’attore Luca Zingaretti ha letto alcuni passaggi tratti dal volume editato dal CSM.

Leggi anche  Anticorruzione, consultazione del Piano

Con la delibera il Plenum desegreta tutti gli atti a disposizione del Consiglio relativi al magistrato, al fine di renderli pubblici in formato cartaceo e sul sito del CSM.

La tua opinione