Libia, iL Cdm vara missione italiana: navi, aerei, 700militari

IL Cdm vara missione italiana: navi, aerei, 700militari – Sarà affidato ad un ammiraglio a bordo di una Fremm, una delle sofisticate fregate di cui si è da poco dotata la Marina militare, il comando della nuova missione italiana di sostegno alla Libia nel contrasto ai trafficanti di esseri umani. Sarà un dispositivo ‘importante’, composto da quattro o cinque navi, altrettanti aerei, forse un sottomarino, droni e diverse centinaia di militari. Il Consiglio dei ministri varerà il provvedimento con i dettagli dell’operazione, che poi, martedì, sarà sottoposto al Parlamento: a quel punto dovrebbe essere la conferenza dei capogruppo a decidere quale iter verrà seguito e, cioè, se ci sarà il vaglio delle Commissioni oppure dell’Aula. Ancora in queste ore al ministero della Difesa stanno definendo le ultime questioni, alcune delle quali sono particolarmente delicate: le regole d’ingaggio, la catena di comando (a chi risponderanno le navi italiane?), il trattamento dei migranti eventualmente ‘respinti’, le misure a tutela dei nostri militari.

Leggi anche  Libia, è un'ecatombe: donne e bambini usati come scudi umani