Fincantieri Stx, ministro Calenda:”Per ora le posizioni tra l’Italia e la Francia sono ancora distanti”.

Nessuna intesa tra Pier Carlo Padoan e Carlo Calenda. “Siamo due grandi popoli siamo come fratelli. Abbiamo una difficoltà, ma troveremo una soluzione adeguata”.

La posizione dell’Italia resta ferma: “Non è possibile accettare” una ripartizione 50 e 50, ha affermato Padoan, “come abbiamo detto fino ad adesso. Nel colloquio con il ministro Le Maire abbiamo innanzitutto constatato che fra Italia e Francia permangono ancora differenze non sanate. E’ intanto stabilito che ci sarà tempo da qui al 27 settembre, quando si svolgerà il vertice Italia-Francia con Gentiloni e Macron, “per valutare se è possibile colmare queste differenze. Abbiamo anche ribadito l’interesse comune di Italia e Francia per lavorare assieme alla costruzione di un grande gruppo cantieristico sia civile che militare, che potrebbe sicuramente avere la leadership globale”.

“Per creare un grande gruppo occorre fiducia reciproca e la premessa è raggiungere una conclusione che rispetti gli accordi su Stx”., ha rilevato Calenda, aggiungendo: ”Per ora le posizioni sono ancora distanti”.

Leggi anche  Siena Mps, Valentini: "i risparmiatori incolpevoli devono essere protetti"

La tua opinione