“Io non rischio”: sabato 14 la campagna nazionale sulle buone pratiche di protezione civile

In programma anche le visite guidate sui luoghi del centro storico colpiti dal terremoto del 1798

“IO NON RISCHIO”: SABATO 14 LA CAMPAGNA NAZIONALE SULLE BUONE PRATICHE DI PROTEZIONE CIVILE

L’assessore Mazzini: < >

Le associazioni di volontariato, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme in “Io non rischio”, la campagna di comunicazione promossa dal Dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri e giunta quest’anno alla sua settima edizione. Sabato prossimo, 14 ottobre, dalle 9 alle 18, in piazza Salimbeni, così come in altre 107 piazze su tutto il territorio nazionale, saranno allestiti punti informativi per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i cittadini sui rischi legati alle calamità naturali: in particolare, fenomeni sismici, alluvioni e maremoti.

L’appuntamento, organizzato dal Comune, dalla Provincia e dalla Pubblica Assistenza di Siena e da quella di Pienza, è stato presentato stamani in conferenza stampa a Palazzo Berlinghieri, introdotta dall’assessore all’Ambiente e alla Protezione Civile, Paolo Mazzini: < >.

Tra gli strumenti più innovativi sviluppati per fronteggiare le calamità naturali c’è la app “Cittadino informato”, sviluppata da Anci Toscana, che sabato sarà presentata a tutti gli interessati e che è possibile scaricare gratuitamente sui propri smartphone: < >.

Una delle principali novità dell’edizione 2017 di “Io non rischio” è l’organizzazione di un percorso di trekking urbano, a cura del Centro guide turistiche di Siena e provincia, lungo le vie del centro storico che ancora portano i segni e “le cicatrici” del terremoto che colpì la città nel 1798. La partecipazione è gratuita ed è necessaria la prenotazione scrivendo all’indirizzo di posta elettronica sienaanpas@iononrischio.it: la durata dell’itinerario è di un’ora e mezzo circa e le partenze sono in programma da piazza Salimbeni alle 9.30, alle 11.30 e alle 15.30. < >.

Leggi anche  Campidoglio: corsi di formazione professionale 2017-2018, pre-iscrizioni online fino al 6 febbraio

Vareno Cucini, presidente della Pubblica Assistenza di Siena, è intervenuto sottolineando < >.

Il binomio formazione-informazione è stato al centro anche dell’intervento di Mario di Frangia, responsabile locale della campagna “Io non rischio” per la Pubblica Assistenza di Siena: < >.

La campagna di comunicazione ha ottenuto anche il sostegno di molti testimonial di eccezione: i giocatori e i tecnici delle società sportive Robur Siena, Mens Sana Basket 1871, Emma Villas e Cus Siena Rugby che hanno realizzato e pubblicato dei video sui loro canali social e sulla pagina facebook “Io non rischio Siena”.

“Io non rischio” è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. Sono inoltre coinvolti Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

La tua opinione