Legge elettorale, la protesta della Sinistra e M5s

Dopo che il governo ha posto ieri la fiducia alla Camera sulla legge elettorale, oggi sono in programma due delle tre votazioni in calendario. Insorgono M5s e sinistra, manifestazioni sono previste in piazza Montecitorio e al Pantheon. Pisapia definisce la fiducia ‘un grave strappo istituzionale’, Bersani denuncia: ‘E’ una vergogna’. Grillo sul blog arringa i cittadini: ‘Se lasciate che vengano di nuovo cambiate le regole per far sì che la melma torni in alto, saranno i vostri figli a farne le spese. I cittadini avranno la loro parte di responsabilità se nascerà l’ennesima legge elettorale porcata’. Lo stop al dibattito con lo strumento della fiducia non piace a Giorgio Napolitano: ‘Non mi resta che intervenire al Senato. Metterò in luce l’ambito costretto in cui un eletto può dire la sua’, annuncia.

Leggi anche  Mattarella, sgomento per questa nuova tragedia che si abbatte su un territorio e su popolazioni già duramente provate

La tua opinione