Legge elettorale, la protesta della Sinistra e M5s

Dopo che il governo ha posto ieri la fiducia alla Camera sulla legge elettorale, oggi sono in programma due delle tre votazioni in calendario. Insorgono M5s e sinistra, manifestazioni sono previste in piazza Montecitorio e al Pantheon. Pisapia definisce la fiducia ‘un grave strappo istituzionale’, Bersani denuncia: ‘E’ una vergogna’. Grillo sul blog arringa i cittadini: ‘Se lasciate che vengano di nuovo cambiate le regole per far sì che la melma torni in alto, saranno i vostri figli a farne le spese. I cittadini avranno la loro parte di responsabilità se nascerà l’ennesima legge elettorale porcata’. Lo stop al dibattito con lo strumento della fiducia non piace a Giorgio Napolitano: ‘Non mi resta che intervenire al Senato. Metterò in luce l’ambito costretto in cui un eletto può dire la sua’, annuncia.

Leggi anche  Palermo, Arcivescovo Lorefice: "non abbassare la guardia contro ogni forma di razzismo"

La tua opinione