Scontri a Pisa. Fermati sei dimostranti

– Disordini a Pisa per la manifestazione di appartenenti all’area antagonista e ai centri sociali in occasione dell’iniziativa elettorale col leader della Ln Matteo Salvini. C’è stata una carica di alleggerimento da parte della polizia per allontanare i manifestanti che si avvicinavano troppo al comizio di Salvini. Pietre, bastoni e bottiglie di vetro sono state lanciate contro la polizia in assetto antisommossa. Nuovi scontri poi quando il corteo degli antagonisti ha provato a entrare in contatto con i militanti leghisti passando da una strada laterale. I manifestanti hanno anche usato alcuni cassonetti della raccolta rifiuti porta a porta per farsi scudo. Alla fine sei dimostranti sono stati fermati dalla polizia e portati in questura, due dei quali, rimasti feriti sembra in modo non grave, sono stati poi trasferiti in ospedale. Davanti alla questura presidio degli antagonisti.

Nessun problema di ordine pubblico invece per la manifestazione organizzata dagli antagonisti a Livorno sempre contro Matteo Salvini: circa 150 i partecipanti, che hanno esposto uno striscione con scritto ‘Salvini fascista, Livorno non ti vuole’ e urlato cori come ‘Salvini a testa in giù’.

Leggi anche  Miur: No alla proroga per la presentazione del mod B. Ma le Segreterie delle scuole sono in ferie

La tua opinione