Rilasciati i 207 richiedenti asilo africani che sono nella prigione di Saharonim

L’Autorità per la popolazione e l’immigrazione ha rilasciato domenica tutti i 207 richiedenti asilo africani che sono stati imprigionati nella prigione di Saharonim in linea con la sentenza della High Court of Justice della scorsa settimana.

“Alla luce del fatto che i colloqui con il (secondo) paese terzo sono ancora in corso, e in conformità con la sentenza del 10 aprile, i detenuti che sono stati imprigionati lì in base al piano di” rimozione verso un paese terzo “saranno rilasciati da Saharonim durante il giorno “, ha detto l’autorità

I richiedenti asilo africani sono stati imprigionati a Saharonim a causa del loro rifiuto di lasciare Israele in un paese terzo. Tuttavia, poiché l’accordo con quel paese terzo – il Ruanda – è crollato, come ha fatto un altro accordo
con l’ Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati , non vi è alcuna giustificazione legale per mantenerli in stato di detenzione.

La scorsa settimana, l’Alta Corte ha stabilito che se un accordo con un paese terzo non fosse raggiunto e approvato dal procuratore generale Avichai Mandelblit entro le 12 di domenica, i richiedenti asilo sarebbero stati rilasciati.

Lo stato di Israele è in trattative con un altro paese terzo, l’Uganda, ma questi colloqui sono ancora in corso, lasciando allo stato altra scelta che la liberazione dei detenuti.

Leggi anche  UNHCR : misure urgente sui permessi di soggiorno temporanei

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione