Cinquantamila diplomati magistrale fuori dalle GaE, maxi-ricorso in Cassazione

SCUOLA – Cinquantamila diplomati magistrale fuori dalle GaE, maxi-ricorso in Cassazione: 10 buoni motivi per chiedere l’annullamento della sentenza n. 11 del Consiglio di Stato

Ci sono almeno dieci validi motivi per impugnare alla suprema Corte la sentenza n. 11 dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato dello scorso 20 dicembre, che ha estromesso dalle GaE docenti precari con diploma magistrale. Le motivazioni toccano più punti: dall’eccesso di potere giurisdizionale al difetto assoluto di giurisdizione, fino alla violazione della Costituzione e della Cedu. Quattordici sono i legali patrocinanti tra cui gli avvocati Zampieri, Galleano, De Michele, Miceli: hanno agito per Anief, che ha già notificato il ricorso a Strasburgo, ha depositato il reclamo collettivo al Consiglio UE e ha fornito un parere motivato firmato dall’ex presidente della Cassazione per le docenti immessi in ruolo con riserva che hanno superato l’anno di prova.

Marcello Pacifico (presidente nazionale Anief): Questa nuova azione legale permetterà di chiedere la sospensione dei processi e il congelamento delle posizioni delle maestre e di maestri che insegnano nelle nostre scuole, in attesa di una risposta della politica sulla richiesta della riapertura delle GaE: è una richiesta per noi fondamentale, i cui esiti interessano anche tutto il resto del personale regolarmente abilitato all’insegnamento che continua ad essere lasciato senza ragione fuori dalle supplenze annuali e delle stabilizzazioni.

Leggi anche  Lenovo richiama notebook ThinkPad X1 Carbon

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione