Confersercenti:”Stop truffe agli anziani”

Agli appuntamenti inseriti nel progetto Sicurezza Partecipata, insieme al sindaco di Prato Matteo Biffoni e al capitano dei Carabinieri Sara Pini, parteciperà il consulente di Confesercenti per la sicurezza Carlo Corbinelli

Continua l’impegno di Confesercenti nell’ambito del progetto Sicurezza Partecipata. La Fipac Prato, il sindacato dei pensionati di Confesercenti, organizza due nuovi incontri per dire basta alle truffe agli anziani e in particolare offrire consigli utili e presentare buone pratiche a tutti i partecipanti.

Il primo appuntamento si terrà a Maliseti, al circolo Arci Q. Martini, Lunedì 14 maggio alle ore 15. Il secondo sarà a Cafaggio, al circolo Arci, Lunedì 28 maggio alle ore 15.

“Il nostro impegno verso la sensibilizzazione e l’informazione delle persone più anziane continua – afferma Marcello Miracco, presidente di Fipac Confesercenti Prato –. Dopo Galciana, organizziamo altri incontri in altre frazioni di Prato per entrare in contatto con più persone possibile e, grazie al contributo dell’Arma dei Carabinieri e del Sindaco di Prato, cerchiamo di innalzare il livello di attenzione contro quei comportamenti truffaldini più frequenti verso gli anziani. A volte piccole accortezze possono essere sufficienti per evitare danni e truffe a persone o famiglie”.

In entrambe le occasioni saranno presenti il sindaco di Prato Matteo Biffoni e il capitano Sara Pini del comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri, oltre ai presidenti dei rispettivi circoli Giovanni Mosca per Maliseti e Giuseppe Marras per Cafaggio e il consulente per la sicurezza di Confesercenti Carlo Corbinelli.

“Per Confesercenti Prato il tema della sicurezza è e resta centrale – sottolinea Mauro Lassi, presidente dell’associazione di via Pomeria –. Per questo insisteremo nell’organizzare iniziative e momenti di approfondimento, nel contesto del nostro progetto Sicurezza Partecipata, perché non si abbassi mai l’attenzione su questo fronte e perché si possano dare ai nostri soci e ai cittadini più in generale consigli utili e dimostrazione di buone pratiche di comportamento”.

Leggi anche  Strage stazione di Bologna, la protesta dei familiari delle vittime

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione