Lotta alla Zanzara Tigre, partita la nuova campagna di prevenzione

Lotta alla Zanzara Tigre, partita la nuova campagna di prevenzione
Privilegiati esclusivamente prodotti biologici

Roma, 11 maggio 2018 ­– È stata firmata l’ordinanza per la prevenzione e contrasto alla diffusione dell’Aedes albopictus, meglio conosciuta come zanzara tigre, in vigore da maggio a dicembre 2018. Nel testo vengono indicate le strategie di controllo dell’infestazione, le modalità di esecuzione dei trattamenti, i prodotti di cui è vietato l’utilizzo e le norme di prevenzione per tutelare la salute dei cittadini.

Ecco i punti principali previsti dall’Ordinanza:
I prodotti utilizzati devono essere specificatamente autorizzati per la lotta alle zanzare, privi di solventi derivati dal petrolio e soprattutto è vietato l’utilizzo di prodotti classificati ad elevata tossicità.
Gli amministratori di condominio hanno l’obbligo di comunicare entro il 30 giugno 2018, alla Direzione Promozione Tutela Ambientale e Benessere degli animali del Dipartimento Tutela Ambientale, attraverso la compilazione di un apposito modulo (scaricabile dal sito web www.comune.roma.it\ambiente), l’elenco dei condomini da loro amministrati per i quali sia stato attivato un programma di disinfestazione per il controllo della diffusione della zanzara tigre (la tipologia dei trattamenti, la loro cadenza, il nominativo dei prodotti impiegati e della ditta che ha eseguito l’attività, la quale deve essere regolarmente iscritta alla Camera di Commercio).
Non solo gli amministratori di Condominio ma anche i singoli cittadini e i Consorzi per poter effettuare il trattamento contro le zanzare adulte, esclusivamente tramite operatori di ditte di disinfestazione appositamente formati, devono darne comunicazione preventiva, con l’apposito modulo, alla Direzione Promozione Tutela Ambientale e Benessere degli animali del Dipartimento Tutela Ambientale, per eventuali controlli.
Sono vietati i trattamenti adulticidi nei siti della rete Natura 2000 e nelle aree naturali protette (Parchi, Riserve, Aree di riequilibrio Ecologico e Paesaggi Protetti).
L’ordinanza prevede come azioni di contrasto prioritarie la prevenzione e la lotta larvicida privilegiando l’utilizzo di prodotti biologici. I trattamenti larvicidi sul suolo pubblico saranno georeferenziati e verranno effettuati con un prodotto biologico a base di Bacillus Thurigensis e Sphaericus completamente atossico e dotato di elevata efficacia contro qualsiasi forma di larva di zanzara.

Leggi anche  #LimitiZero, l’emofilia della generazione Z raccontata in uno spot

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione