Aquarius, ‘’intollerabile, inaccettabile, gridiamolo forte. La Cgil non starà ferma’’

Dalida Angelini, ‘’al fianco del sindaco di Livorno Nogarin che ha manifestato la sua disponibilità a tenere aperto il Porto Labronico con ciò invitando anche tutti gli altri sindaci di città portuali della nostra regione a fare altrettanto’’. ‘’Invito la categoria e i lavoratori dei porti toscani a fare sentire la loro voce’’

Firenze 11.06.2018.- “Intollerabile, inaccettabile, gridiamolo forte. La Cgil non starà ferma”: così Dalida Angelini, segretaria generale della Cgil Toscana a commento della scelta dei ministri dell’interno e delle infrastrutture Salvini e Toninelli di chiudere i porti italiani all’attracco della nave Aquarius con a bordo 629 profughi salvati nel mediterraneo. “Due ministri della Repubblica”, aggiunge, “che solo qualche giorno fa hanno giurato sulla Costituzione Italiana, e che, nel farlo, hanno preso in giro gli italiani se, a distanza di qualche ora, si sono fatti promotori di un’azione che i principi della Carta calpesta”. “La Cgil, continua Angelini, è al fianco del sindaco di Livorno Nogarin che ha manifestato la sua disponibilità a tenere aperto il Porto Labronico con ciò invitando anche tutti gli altri sindaci di città portuali della nostra regione a fare altrettanto.
In queste ore per confermare un diritto di civiltà, contro la barbarie, per mettere in sicurezza i profughi imbarcati sulla Aquarius e i molti altri che lo saranno in altre navi nelle prossime settimane e mesi invito la categoria e i lavoratori dei porti toscani a fare sentire la loro voce”
“Mi si dice, conclude Dalida Angelini, che il governo spagnolo abbia dato la propria disponibilità ad accogliere la nave, grazie Spagna, è questa l’Europa che vogliamo, un’Europa solidale”.

Leggi anche  Le piogge monsoniche colpiscono il Bangladesh: in corso le operazioni di risposta

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione