Nave Asso rimpatria in Libia 108 migranti

Il rimorchiatore italiano Asso 28, che opera a supporto delle piattaforme petrolifere nel Mediterraneo, ha riportato in Libia 108 persone recuperate a bordo di un gommone in difficoltà. L’Unhcr accusa: “la Libia non è un porto sicuro e questo atto potrebbe comportare una violazione del diritto internazionale”. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini puntualizza: “La Guardia Costiera Italiana non ha coordinato e partecipato”. E la Guardia costiera italiana aggiunge che le operazioni “si sono svolte sotto il coordinamento della Guardia costiera libica che ha gestito l’intera operazione”.

Leggi anche  L’UNHCR chiede con urgenza 1.300 posti per il reinsediamento dalla Libia dei rifugiati più vulnerabili

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione