Decreto Milleproroghe, Sala: ” non calpestiamo la dignità dei sindaci”

MILANO, 09 AGO – Il rapporto tra il governo centrale e i sindaci “deve essere basato sulla collaborazione, non calpestiamo la dignità di sindaci che si sono spesi e sono andati nei quartieri a raccontare alle persone cosa si poteva fare”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato lo stop dei fondi ai progetti per le periferie contenuto in un emendamento al decreto Milleproroghe. A Milano “la maggior parte dei fondi per i progetti sono nostri e continueremo a impegnarci – ha aggiunto intervenendo alla trasmissione Agorà su Rai3 – L’impegno sulle periferie non è in discussione”. Il punto però è che “quella norma era già stata approvata con fondi certificati dalla Corte dei conti, erano soldi consegnati ai sindaci – ha concluso -. Questo governo vuole collaborare con i sindaci o no? Perché se questo è l’inizio la situazione è sgradevole. Al di là delle strumentalizzazioni politiche sono arrabbiato come tanti sindaci perché ritenevo che quei soldi fossero nostri”.

Leggi anche  Mattarella a Palermo per i 70 anni dell'istituzione della Corte dei conti in Sicilia

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione