Milleproroghe, fondi per le periferie al palo per due anni

Milleproroghe, fondi per le periferie al palo per due anni. SC:”Si vogliono fermare politiche contro marginalità e diseguaglianze sociali. E’ il vero volto di questo Governo”

Comunicato del coordinamento di Sinistra Comune

(Palermo, 09/08/2018) – “Acquisiamo il dato che per questo Governo le periferie e le diseguaglianze sociali del nostro Paese non sono una priorità. Prima gli italiani, ma non proprio tutti gli italiani. Lo slogan della Lega, ormai chiaramente mutuato dal M5S, andrebbe rivisto in questo modo. Il grado di attenzione riservato a chi vive ai margini, nel nostro Paese, è testimoniato dalla volontà di sospendere il piano periferie sino al 2020. E’ quanto stabilisce un emendamento contenuto nel decreto Milleproroghe del governo Lega-M5S, che auspichiamo non venga confermato anche alla Camera. Per la prima volta dal suo insediamento, il Governo si occupa di periferie bloccando un finanziamento importante, che consentirebbe non solo la riqualificazione, ma soprattutto l’avvio di processi rigenerativi di intere aree del Paese, come quello della costa nord di Palermo. In soffitta finirebbe così anche il progetto RUIS, che, muovendo dalla resilienza dei territori interessati, mira al potenziamento delle prestazioni urbane e alla riqualificazione delle aree degradate. Stop dunque, stando al piano previsto dal decreto, allo sviluppo di pratiche per l’inclusione sociale, per la mobilità sostenibile e per la realizzazione di nuovi modelli di welfare metropolitano. Pratiche collaudate la cui perdita condannerà alla marginalità quote sempre maggiori di territori.”

Leggi anche  Il presidente Grasso:"Non so se sono uscito io dal Pd oppure è il Pd che non c'è più"

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione