Comasco, niente scuola per chi non è vaccinato

Niente scuola per chi non si vaccina: lo stabilisce un’ordinanza, datata 6 settembre, e firmata da Paolo Clerici, sindaco di Cadorago, paese nel Comasco, con la quale si ordina che “nessun bambino al di sotto dei 6 anni venga ammesso a frequentare per l’anno scolastico 2018/2019 senza preventiva verifica delle avvenute vaccinazioni obbligatorie ex lege presso l’anagrafe vaccinale della Regione Lombardia ovvero la richiesta della prenotazione di vaccinazioni non ancora eseguite debitamente documentata”.
Mentre un nuovo emendamento al decreto Milleproroghe rende valida l’autocertificazione delle avvenute vaccinazioni, ma solo fino al 10 marzo, data entro la quale i genitori dovranno consegnare agli istituti i certificati ufficiali, il sindaco comasco sceglie di intervenire sulle scuole di competenza del Comune “in qualità di Autorità Sanitaria locale”, che in quanto tale “ha la responsabilità della tutela della salute pubblica dei propri cittadini”.

Leggi anche  Siena, sei bambini intossicati dalle esalazioni del monossido di carbonio a bordo del bus

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione