Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità

Marcia PerugiAssisi
della pace e della fraternità

Roma, FNSI, Corso Vittorio Emanuele II, 349 – ore 11.00

Decine di migliaia di persone, gruppi, scuole, associazioni ed Enti Locali si stanno organizzando in ogni parte d’Italia per partecipare alla Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità che si terrà domenica 7 ottobre 2018.

Il mondo è in guerra. Ogni giorno veniamo a sapere di crimini orribili e violenze inaccettabili che vengono compiuti nell’indifferenza, nell’inerzia e nell’impunità generale. Gente aggredita per strada, insultata nel web, uccisa in famiglia, morta sul lavoro, ammazzata in guerra, annegata in mare, respinta alle frontiere, abbandonata alla fame, torturata nelle carceri…

Allo stesso tempo, alcune delle più importanti conquiste degli ultimi decenni rischiano di essere cancellate: l’universalità dei diritti umani, il diritto alla dignità di ogni persona, il principio di uguaglianza e di giustizia, il dovere di soccorrere, il principio di non respingimento, la democrazia, l’Europa, l’Onu… E’ tempo di reagire!

Le motivazioni e gli obiettivi della Marcia Perugia-Assisi e del Meeting che la precederà il 5 e 6 ottobre verranno illustrate in una Conferenza stampa che si terrà giovedì 13 ottobre 2018, a Roma presso la sede della FNSI (Corso Vittorio Emanuele II, n. 349) alle ore 11.00.

Alla Conferenza stampa interverranno: Flavio Lotti, Comitato Promotore Marcia PerugiAssisi; Sergio Bassoli, Rete della Pace; p. Antonello Fanelli, Sacro Convento di San Francesco d’Assisi; Alex Zanotelli, missionario; Elisa Marincola, Portavoce Articolo 21; Raffaele Lorusso, Segretario generale FNSI; Vittorio di Trapani, Segretario generale Usigrai; Carlo Verna, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti.

Perugia, 10 settembre 2018

Ufficio Stampa Comitato Promotore Marcia PerugiAssisi
M. 335.1401733 – stampa@perlapace.it
www.perlapace.it – www.perugiassisi.org

Leggi anche  Valle d'Aosta: uomo di 57 anni arrestato per stalking

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione