Campidoglio, 22 e 23 settembre Roma partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio 2018

Nei Musei Civici e nei siti archeologici e artistici del territorio visite e incontri gratuiti per tutto il weekend

Roma, 13 settembre 2018 – Sabato 22 e domenica 23 settembre Roma Capitale aderisce all’edizione 2018 delle Giornate Europee del Patrimonio (GEP) con una serie di incontri e visite guidate gratuite nei Musei Civici e nei siti archeologici e artistici del territorio promosse Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

La manifestazione – promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea e organizzata dal Ministero per i beni e le attività culturali – si svolge con successo dal 1991 in tutti i Paesi Europei allo scopo di far conoscere ai cittadini europei il loro patrimonio culturale come elemento di unione e di differenza, strumento di scoperta e comprensione reciproca, e di incoraggiare alla partecipazione attiva per la salvaguardia e la trasmissione alle nuove generazioni. Per il programma completo www.beniculturali.it

Il programma nella Capitale prevede, dalle ore 10.00 di sabato 22 alla sera di domenica 23 settembre, un’offerta ampia di incontri e visite guidate ispirate al tema scelto per questa edizione “l’arte di condividere”.
Le iniziative si svolgono nei Musei Civici e in alcuni siti archeologici e artistici del territorio, anche con l’apertura di luoghi non sempre aperti al pubblico. Dalle visite a grandi monumenti come l’Ara Pacis e i Mercati di Traiano a luoghi meno conosciuti, come la Casina del Cardinal Bessarione, che custodiscono un patrimonio ricco di archeologia, arte e natura.
Ad accogliere il pubblico sono curatori archeologi e storici dell’arte, con il supporto, in alcuni casi, dei volontari del Servizio Civile Nazionale, impegnati nei progetti della Sovrintendenza.

Le iniziative previste sono ideate come occasioni di incontro e condivisione, con una particolare attenzione, in alcune proposte inclusive, all’integrazione e al superamento del divario sensoriale e culturale.

Le visite sono gratuite con pagamento, ove previsto, del biglietto di ingresso al museo o al sito secondo tariffazione vigente.
Entrata completamente gratuita per i possessori della MIC Card, la carta acquistando la quale, al prezzo di 5 euro, chi vive e studia a Roma può accedere illimitatamente per 12 mesi nei Musei in Comune e nei siti storico artistici e archeologici della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Ecco gli hashtag per seguire e partecipare all’iniziativa:
#GEP2018 #artedicondividere #EuropeForCulture
Info e prenotazioni
060608
www.museiincomuneroma.it

PROGRAMMA
SABATO 22 SETTEMBRE

ore 10,00
ARA PACIS – lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli)
Conoscere per condividere: incontro con il monumento
a cura di Lucia Spagnuolo
Prenotazione obbligatoria 060608 (max 30 persone)
Il monumento, la collezione permanente e il suo contenitore museale vengono presentati dal curatore archeologo per descrivere e condividere la bellezza di uno degli esempi più preziosi del vastissimo patrimonio comune che abbiamo la fortuna di custodire sul territorio cittadino, facendoci comprendere l’importanza di tutelarlo e valorizzarlo. Il Museo si offre ai suoi visitatori, per raccontarsi e farsi conoscere: la conoscenza del patrimonio stimola la condivisione delle finalità di tutela e valorizzazione e favorisce il riconoscimento della propria identità.

ore 11.30
MUSEO DEI FORI IMPERIALI / MERCATI DI TRAIANO – via Quattro Novembre, 94
Creare l’Europa: da Traiano a Marco Aurelio
a cura di Alessandra Balielo e Maria Paola Del Moro
Prenotazione obbligatoria 060608 (max 25 persone)
Nell’anno del patrimonio culturale dedicato all’“Arte di condividere” e rivolto alla costruzione di legami più stretti e significativi fra i luoghi della cultura e i territori, le comunità e le genti che essi rappresentano, i Mercati di Traiano ospitano le mostre “TRAIANO. Costruire l’Impero creare l’Europa” e “I confini dell’Impero Romano. Il limes danubiano. Da Traiano a Marco Aurelio”, assolutamente in linea con esso. L’incontro intende ripercorrere la costruzione dell’ Impero e, in nuce, dell’Europa, attraverso le opere militari e sociali di due degli imperatori che più hanno lasciato un segno profondo nella storia.
Un incontro a due voci, con la lettura delle fonti antiche, più autorevoli o meno note, per ripercorrere le mostre ospitate nel Museo dei Fori Imperiali e negli spazi esterni dei Mercati di Traiano. Verranno illustrate le idee e i propositi di questo grande imperatore, che hanno dato origine alle sue imprese militari, alle opere architettoniche, alle politiche di integrazione e alle pratiche di buon governo.

Leggi anche  Campidoglio, il rione Esquilino al centro della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica

ore 11.30; 15.00
COMPLESSO DEL MATTATOIO A TESTACCIO – piazzale Orazio Giustiniani
Un esempio di riqualificazione urbana nella capitale: il complesso del Mattatoio di Testaccio
a cura di Livia D’Avenia e Stefania Valente
Prenotazione obbligatoria 060608 (max 25 persone per turno)
Nello storico quartiere popolare di Testaccio, l’iniziativa punta i riflettori su una significativa struttura dell’epoca moderna concepita dal celebre architetto Gioacchino Ersoch alla fine dell’Ottocento: il complesso architettonico del Mattatoio – tra i più importanti esempi di archeologia industriale di Roma – un tempo centro di trattamento e smercio delle carni, oggi rinomato centro culturale dell’amministrazione capitolina. La zona, che sin dall’antichità ebbe un ruolo commerciale importante per la sua vicinanza al Tevere, subì una significativa trasformazione urbanistica dopo l’approvazione del Piano Regolatore del 1883, diventando poi luogo privilegiato di sperimentazione e innovazione urbanistica.
Appuntamento: piazzale Orazio Giustiniani, ingresso Mattatoio

dalle ore 16.00 alle 19.00
VILLA DI MASSENZIO – via Appia Antica, 153
Al circo con Massenzio, raccontar cantando!
a cura di Ersilia Maria Loreti.
Ingresso libero (ultimo ingresso ore 18.30)
L’apertura pomeridiana consentirà ai visitatori di accedere al complesso monumentale, splendida dimora immersa nel grandioso paesaggio del Parco dell’Appia Antica. Sarà possibile visitare il circo e il mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica con il palazzo imperiale, per celebrare l’imperatore Massenzio, lo sfortunato avversario di Costantino il Grande nella battaglia di Ponte Milvio del 312 d.C.
Ore 16.00 – visita guidata
Alle ore 17,00 si terrà all’interno del Mausoleo di Romolo un concerto del gruppo corale multietnico “Quintaumentata”, che prevede interventi canori legati al tema della tolleranza, dello scambio e dell’incontro tra culture.

ore 17.00
MUSEO DI ROMA – ingresso da piazza Navona 2, o da piazza San Pantaleo 10
Violetta e Andromeda: il racconto di una perdita
a cura di Fulvia Strano
Prenotazione obbligatoria (max 20 persone)
In un’unica esperienza sensoriale e uditiva, persone vedenti (bendate) e non vedenti si incontrano per condividere la conoscenza di un luogo particolare all’interno del Museo di Roma.
Si tratta della sala che ospita gli affreschi di Polidoro da Caravaggio e Maturino da Firenze (1525) che un tempo decoravano il Casino Del Bufalo, demolito nel 1885 per i lavori di apertura della Via del Tritone.
La compresenza dei diversi target di pubblico e la loro condivisione dell’esperienza su un piano squisitamente narrativo e sensoriale (anche olfattivo) rappresenta un modello di didattica fortemente sostenuto dal Museo di Roma.

dalle ore 18.00 alle 20.00
MUSEO DI CASAL DE’ PAZZI – via Egidio Galbani, 6
Neanderthal Sharing
a cura del personale del Museo e del Servizio Civile Nazionale
Prenotazione obbligatoria (max 30 persone per iniziativa)
Come condividevano tempo e attività i nostri cugini di Neanderthal e quante attività simili ancora caratterizzano le nostre società postmoderne? Visite guidate, giochi e incontri per parlarne in “condivisione”.
Dalle ore 18,00 alle ore 19,00, sarà possibile partecipare a visite guidate all’interno del museo, che ospita un sito archeologico, straordinaria testimonianza dell’età pleistocenica.
Alle ore 19,00 ci sarà un incontro sul tema “Condividere il cibo, un’usanza antica”. In contemporanea, si svolgerà anche il “Tabù pleistocenico”, un gioco a squadre per indovinare le parole tabù della preistoria.

PROGRAMMA
DOMENICA 23 SETTEMBRE

ore 9.30; 12.00
CASINA DEL CARDINAL BESSARIONE – via di Porta San Sebastiano, 8
Invito a casa del Cardinale. Alla scoperta della scatola misteriosa
a cura di Nicoletta Cardano e dei Volontari del Servizio Civile Nazionale – progetto “Educhiamo insieme 2.0”
Prenotazione obbligatoria (max 6 persone per turno)
Attraverso la scoperta di una scatola misteriosa i visitatori potranno conoscere ed esplorare la Casina del Cardinal Bessarione, sperimentando un nuovo modo per avvicinarsi all’arte e al patrimonio.
I partecipanti all’incontro verranno invitati a ricostruire i tanti micromondi della storia della Casina e di ciò che la circonda, attraverso gli oggetti che direttamente estrarranno dalla scatola.
Tramite riferimenti diretti, rimandi ed intrecci si giungerà ad una narrazione della Casina e della sua storia: un patrimonio ricco di archeologia, arte e natura. Un progetto innovativo realizzato in collaborazione con i Volontari del Servizio Civile Nazionale e da loro condotto.

Leggi anche  Agricoltura. Al via il piano regionale di controllo degli storni

ore 10.00; 11.00; 12.00
AUDITORIUM DI MECENATE – largo Leopardi, 22
L’Auditorium di Mecenate: giardini, giochi d’acqua e poeti
a cura di Carla Termini e dei Volontari del Servizio Civile Nazionale
Appuntamento: Largo Leopardi (vicino all’edicola)
Prenotazione obbligatoria 060608 (max 20 persone per turno)
Nel quartiere Esquilino, all’interno del giardino pubblico in Largo Leopardi, lungo la via Merulana, si conserva un monumento, tradizionalmente conosciuto come Auditorium di Mecenate, resto di un più vasto e lussuoso complesso residenziale fatto costruire da Mecenate, il celebre statista collaboratore di Augusto. La struttura, riportata alla luce nel 1874, nell’ambito dei grandi lavori di scavo per la costruzione di Roma Capitale del Regno d’Italia, venne interpretata come auditorium, ma il rinvenimento di tubazioni per l’acqua fece ipotizzare successivamente che il luogo fosse in realtà un ninfeo, dotato di una sala per riunioni conviviali. Oggi l’elemento più prezioso che colpisce, visitando la struttura, sono le pitture degli inizi del I secolo d.C., con temi dionisiaci e rappresentazioni di giardini.
Nell’incontro condotto dai Volontari del Servizio Civile Nazionale del progetto “Patrimonio Silenzioso – La cultura InSegni”, verranno proposte visite guidate in lingua dei segni e in Italiano, per ampliare l’accessibilità nei musei.

ore 11.00
MUSEO DI ROMA – ingresso da piazza Navona 2, o da piazza San Pantaleo 10
Violetta e Andromeda: il racconto di una perdita
a cura di Fulvia Strano
Prenotazione obbligatoria (max 20 persone)
In un’unica esperienza sensoriale e uditiva, persone vedenti (bendate) e non vedenti si incontrano per condividere la conoscenza di un luogo particolare all’interno del Museo di Roma.
Si tratta della Sala che ospita gli affreschi di Polidoro da Caravaggio e Maturino da Firenze (1525) che un tempo decoravano il Casino Del Bufalo, demolito nel 1885 per i lavori di apertura della Via del Tritone.
La compresenza dei diversi target di pubblico e la loro condivisione dell’esperienza su un piano squisitamente narrativo e sensoriale (anche olfattivo) rappresenta un modello di didattica fortemente sostenuto dal Museo di Roma.

ore 11.00
MUSEO DELLE MURA – via di Porta San Sebastiano, 18
Conoscere per condividere: un monumento nella città lungo 19 chilometri
a cura di Ersilia Maria Loreti e Alessandra Cerrito
Prenotazione obbligatoria (max 25 persone).
Visita guidata al Museo delle Mura, immerso nel verde del Parco dell’Appia, alle strutture della porta S. Sebastiano e al camminamento dell’unico tratto percorribile della cinta muraria voluta da Aureliano. Attraverso i plastici e i calchi esposti nel museo saranno ricostruite le vicende delle poderose fortificazioni della città di Roma: storie di battaglie, di assedi, di cortei imperiali, di monaci e di inquilini illustri.

ore 11.00
VILLA BORGHESE – piazzale Enrico Sienkiewicz
Villa Borghese: una passeggiata tra architetture, fontane e giardini per condividere la bellezza dell’arte e della natura
a cura di Angela Napoletano
Prenotazione obbligatoria (max 50 persone)
Condividiamo il piacere di una passeggiata a Villa Borghese tra edifici, fontane e giardini.
L’itinerario prevede anche la visita della Grotta dei Vini e del Tempio di Esculapio, realizzato su un isolotto nel laghetto di Villa Borghese, eccezionalmente aperti al pubblico per l’occasione.
Appuntamento: Portale di Flaminio Ponzio in piazzale Enrico Sienkiewicz su via Pinciana (di fronte al civico 65)

ore: 11.30; 15.00
COMPLESSO DEL MATTATOIO A TESTACCIO – piazzale Orazio Giustiniani
Un esempio di riqualificazione urbana nella capitale: il complesso del Mattatoio di Testaccio
a cura di Livia D’Avenia e Stefania Valente
Prenotazione obbligatoria 060608 (max 25 persone per turno)
Nello storico quartiere popolare di Testaccio, l’iniziativa punta i riflettori su una significativa struttura dell’epoca moderna concepita dal celebre architetto Gioacchino Ersoch alla fine dell’Ottocento: il complesso architettonico del Mattatoio – tra i più importanti esempi di archeologia industriale di Roma -, un tempo centro di trattamento e smercio delle carni, oggi rinomato centro culturale dell’amministrazione capitolina. La zona, che sin dall’antichità ebbe un ruolo commerciale importante per la sua vicinanza al Tevere, subì una significativa trasformazione urbanistica dopo l’approvazione del Piano Regolatore del 1883, diventando poi luogo privilegiato di sperimentazione e innovazione urbanistica.
Appuntamento: piazzale Orazio Giustiniani, ingresso Mattatoio

Leggi anche  Campidoglio, dal 1 novembre divieto circolazione veicoli più inquinanti

ore 16.30
GALLERIA D’ARTE MODERNA – via Francesco Crispi,24
Il modello estetico condiviso nei movimenti artistici del Novecento in Italia
a cura di Anna Livia Villa
Prenotazione obbligatoria (max 25 persone)
La mostra in corso alla Galleria d’Arte Moderna offre l’occasione di approfondire gli indirizzi artistici che si sono sviluppati nel corso del Novecento in Italia dal Modernismo al ritorno all’ordine del Novecento fino all’Astrattismo e all’Arte Povera degli anni Sessanta. Il percorso tematico si svolge attraverso cinquant’anni di arte, rappresentati in mostra a partire dalla produzione artistica degli anni Dieci fino agli anni Sessanta.

ore 16.30
MUSEI CAPITOLINI – piazza del Campidoglio, 1
Una regina polacca in Campidoglio, Maria Casimira Sobieska e il suo ritratto
a cura di Francesca Ceci
Prenotazione obbligatoria (max 25 persone) Gratuito con carta MIC
Un incontro dedicato alla figura di Maria Casimira Sobieska (1641 c.–1716), vedova del re Jan Sobieski – Giovanni III di Polonia, colui che l’11 settembre 1683 fermò a Vienna l’avanzata ottomana. Alla morte del marito Maria Casimira preferì recarsi a Roma in occasione del Giubileo del 1700, anche per sfuggire alle pericolose battaglie di successione al trono polacco.
Le vicende romane della regina hanno lasciato tracce e ricordi nella topografia della città, ben rappresentando l’ambiente cosmopolita della Roma settecentesca.
Appuntamento: cortile del Palazzo dei Conservatori

ore 17.00
MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE – piazza Sant’Egidio 1/b
Fuori e dentro il Museo
a cura di Roberta Perfetti, Silvia Telmon con la collaborazione di Veronika Telnarová
Prenotazione obbligatoria (max 15 persone)
Seguendo il principio di creare vincoli sempre più stretti e significativi fra i centri culturali e le diverse comunità presenti nel territorio, il Museo di Roma in Trastevere presenta un itinerario guidato partendo dal Rione Trastevere, per operare una riflessione ampia e inclusiva volta a indagare sul passato comune, sulle tradizioni condivise, su scambi e contaminazioni, su antiche strade, episodi figurativi, storie di personalità che in passato hanno abitato e vissuto nei dintorni, su racconti e visioni di chi il territorio lo vede da fuori o con occhi diversi, e di cui il museo conserva le tracce.

dalle ore 18.00 alle 20.00
MUSEO DI CASAL DE’ PAZZI – via Egidio Galbani, 6
Neanderthal Sharing
a cura del personale del Museo e del Servizio Civile Nazionale
Prenotazione obbligatoria (max 30 persone per iniziativa)
Come condividevano tempo e attività i nostri cugini di Neanderthal e quante attività simili ancora caratterizzano le nostre società postmoderne? Visite guidate, giochi e incontri per parlarne in “condivisione”.
Dalle ore 18,00 alle ore 19,00, sarà possibile partecipare a visite guidate all’interno del museo, che ospita un sito archeologico, straordinaria testimonianza dell’età pleistocenica.
Alle ore 19,00 ci sarà un incontro sul tema “Condividere il cibo, un’usanza antica”. In contemporanea, si svolgerà anche il “Tabù pleistocenico”, un gioco a squadre per indovinare le parole tabù della preistoria.

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione