Emilia Romagna, dalla Regione 1 milione di euro per il contrasto alle discriminazioni e alla violenza di genere

Pari opportunità. Dalla Regione 1 milione di euro per il contrasto alle discriminazioni e alla violenza di genere

L’assessora regionale Emma Petitti: “Con questo bando continuiamo a sostenere Enti locali e associazioni che lavorano su queste tematiche”. Valorizzati soprattutto i progetti dei Comuni montani e del basso Ferrarese. Scadenza: 30 novembre 2018

Bologna. Continua l’impegno della Regione per promuovere le pari opportunità attraverso il contrasto alle discriminazioni e alla violenza di genere contro le donne in situazione di emarginazione sociale, di sfruttamento, di discriminazione, con particolare riferimento alle migranti, rifugiate e richiedenti asilo.. Da oggi è on line sul sito Pari opportunità della Regione (http://parita.regione.emilia-romagna.it/) un bando per la presentazione di progetti finanziati con fondi regionali per 1 milione di euro (annualità 2019).

In particolare, saranno valorizzate le iniziative che si realizzeranno nei comuni montani nonché in quelli del basso ferrarese dell’Emilia-Romagna. Il termine ultimo per presentare le domande è il 30 novembre 2018.

Per l’assessora alle Pari opportunità, Emma Petitti, “è fondamentale sostenere e valorizzare l’attività che gli Enti locali e il mondo dell’associazionismo sviluppano e promuovono su questi temi, consolidando e dando continuità a quanto realizzato sino a ora”.

Come partecipare

La domanda per accedere al bando può essere presentata da tutti gli Enti locali, in forma singola o associata, oltre che da associazioni e organizzazioni del privato sociale dell’Emilia-Romagna.

Fra i criteri di valutazione saranno privilegiate le sinergie e il partenariato tra soggetti pubblici e/o privati, l’ampiezza territoriale dell’intervento, coerenza e logica nell’elaborazione della proposta progettuale, qualità del quadro economico.

La domanda dovrà essere inviata in formato digitale al Servizio Politiche sociali e Socio educative, viale Aldo Moro, 21 – 40137 Bologna – indirizzo Pec segrsvilsoc@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Leggi anche  Emilia Romagna, Attività produttive e Legalità. Un algoritmo per individuare le false cooperative

La tua opinione