Avviare subito candidatura e realizzare museo del Liberty a Palermo

Avviare subito candidatura e realizzare museo del Liberty a Palermo

“La storia di Basile e del Liberty, il loro legame con Palermo e con la sua cultura, il lascito materiale ed immateriale hanno tutte le caratteristiche per diventare parte integrante del Patrimonio mondiale dell’Unesco.
Hanno infatti tutte le caratteristiche di unicità ed eccezionalità ma anche il bisogno di una tutela speciale. Perché il Liberty di Palermo è simbolico della nostra città in positivo, con i tanti palazzi e monumenti ancora esistenti ma anche in negativo, con la distruzione di una parte di quel patrimonio edilizio.
Il Liberty è indissolubilmente legato alla storia della nostra città ed e rappresenta simbolicamente la necessità di un impegno corale per la tutela del patrimonio artistico e architettonico.
Per questo, credo che il Comune e la Regione, coinvolgendo i tanti che al Basile e al Liberty sono legati da interesse culturale e storia personale, debbano avviare la procedura per l’inserimento del Liberty di Palermo nella World Heritage List. Un percorso da avviare subito e che deve essere accompagnato da provvedimenti concreti, il primo dei quali non può che essere la creazione di un museo del Liberty, un nuovo polo culturale di alto profilo, rivolto a studiosi, storici, appassionati.”

Lo ha dichiarato Marianna Caronia, in merito alle celebrazioni del centenario dell’aula di Montecitorio realizzata su progetto dell’architetto palermitano Ernesto Basile.

Leggi anche  Palazzo della Zisa, Al AZIZ, la Splendida

La tua opinione