Rapido 904. Mattarella: «Attentato infame, memoria incancellabile»

Menù

Rapido 904. Mattarella: «Attentato infame, memoria incancellabile»

  1.  

Rapido 904: Mattarella «Attentato infame, memoria incancellabile»

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

«Sono trascorsi 34 anni da quell’attentato infame sul treno rapido 904 ma rimane incancellabile la memoria dei lutti e delle indicibili sofferenze che sconvolsero cittadini inermi e famiglie in procinto di riunirsi per il Natale.

La Repubblica rinnova vicinanza e solidarietà ai parenti delle vittime, ai sopravvissuti, a chi è stato costretto a convivere con il dolore, a quanti non hanno mai smesso di impegnarsi – e continuano a operare – per ottenere la piena verità sugli autori della strage e per trasmettere ai più giovani quei valori democratici e di civiltà che la strategia eversiva voleva colpire.

La bomba collocata sul treno e fatta esplodere nella galleria, tra le stazioni di Vernio e San Benedetto Val di Sambro, nel più grande disprezzo per la vita umana, venne usata come mezzo per sferrare un attacco all’ordinamento democratico, per creare sgomento e disorientamento, per tentare di incrinare il legame tra i cittadini e le istituzioni.

A questa aggressione la comunità nazionale reagì con unità, riaffermando i principi che sono alla base del nostro patto costituzionale, e sconfiggendo, così, il disegno dei terroristi. Fu una stagione molto dura, con ripetute, gravissime ferite inferte al Paese. L’attentato sul treno rapido 904 segnò un innesto criminale, mettendo in luce minacciose complicità tra mafia e terrorismo stragista, come hanno dimostrato le indagini, i processi e le sentenze.

La Repubblica è stata capace di sconfiggere le strategie della tensione e di rispondere ai ricatti eversivi senza venir meno ai valori costitutivi della nostra comunità di vita: è questo un insegnamento fondamentale che non dobbiamo dimenticare nell’affrontare le insidie che provengono dalle nuove forme di terrorismo e dalla criminalità organizzata».

Leggi anche  Guenther Oettinger a Die Welt all'Italia:" non mischiare la questione migratoria con il bilancio Ue"

 Roma, 23/12/2018

elementi correlati

Comunicati

  • Dichiarazione del Presidente Mattarella in occasione del 34° anniversario della strage sul treno rapido 904

Il Presidente della Repubblica

Segretariato generale

Documenti

Stampa

I Presidenti

Il Palazzo e le Residenze

guida – note legaliScrivi alla Presidenza della Repubblica
www.quirinale.it


Palazzo del Quirinale, 00187 Roma – Piazza del Quirinale – 
Tel. 06.46991; Fax 06.46993125

La tua opinione