Ingovernabile smentisce qualsiasi collegamento tra l’Etna e i vulcani sommersi Stromboli e Marsili

L’intensa attività mostrata dall’Etna in questi giorni, ed anche dallo Stromboli, ha portato l’INGV a chiarire come stanno le cose.

L’intensa attività fatta registrare dall’Etna negli ultimi giorni, e che è culminato con una serie di terremoti che hanno provocato circa 30 feriti e 600 sfollati, sta causando non poca preoccupazione. Lo sciame sismico avvenuto nelle prime ore del 26 dicembre ha portato spavento comprensibile, con anche danni diffusi in diversi comuni di Catania e provincia. E come spesso avviene in questi casi, l’allarmismo supera anche quella che dovrebbe essere i suoi naturali confini. Gli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ci tengono a smentire subito qualsiasi collegamento tra l’Etna ed i non vicini vulcani sommersi Stromboli e Marsili. Tra loro ed anche altri camini sottomarini è da escludere a priori qualsiasi ipotesi di risveglio in contemporanea. Lo stesso Etna è sveglio, ma la cosa non desta affatto preoccupazione o stupore. Non si riscontra nulla di anomale, e del resto il vulcano che domina Catania si trova in questa situazione già da alcuni secoli. La situazione in Sicilia viene geologicamente ritenuta inscritta nel perimetro del consueto.

Leggi anche  Gigli,sciopero e presidio davanti al Centro commerciale lunedì 24

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione