Corte dei conti Sicilia. Fava: “Politica agisca e non si limiti a prese d’atto. Subito legge per incandidabilità e controllo spese elettorali”

“Il quadro fornito dalla Corte dei Conti è preoccupante, soprattutto quando descrive le pratiche della politica. Troppi amministratori pubblici e burocrati continuano a ricoprire incarichi delicatissimi pur se condannati in sede contabile: uomini e donne che continuano a gestire ingentissime somme di denaro pubblico pur in presenza di condotte gravi accertate.
Se la politica vuole riacquistare onorabilità e dignità occorre intervenire – come chiede anche il procuratore Gianluca Albo – sul piano legislativo sancendo l’incandidabilità per chi è responsabile di condotte dannose per l’erario. Allo stesso modo non è più rinviabile dotare anche la Sicilia di una legge che consenta la verifica dei finanziamenti elettorali e delle spese dei partiti e delle liste”.

Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione regionale antimafia, Claudio Fava

Leggi anche  Sondrio, grandine e neve. Gravi danni all'agricoltura

La tua opinione