L’Aviazione civile britannica ha vietato a tutti i 737 MAX di “arrivare, partire o sorvolare lo spazio aereo del Regno Unito”

La Boeing ha annunciato di aver programmato l’aggiornamento del software utilizzato dagli 737 MAX, gli apparecchi identici a quello dell’Ethiopian Airlines che – per cause ancora da accertare – domenica è precipitato poco dopo il decollo provocando la morte di 157 persone. La Boeing sta collaborando con la Federal Aviation Administration (FAA) per sviluppare l’upgrade. Intanto, di ora in ora aumentano paesi e compagnie che impongono lo stop al 737 MAXTra loro, la Gran Bretagna, con l’Authority che vigila sull’Aviazione civile britannica che ha vietato a tutti i 737 MAX di “arrivare, partire o sorvolare lo spazio aereo del Regno Unito”.

In Etiopia, la compagnia Ethiopian Airlines ha annunciato ieri la decisione di fermare la sua flotta di 737 MAX 8 per “precauzione supplementare e ora ha a disposizione solo 4 aerei. In Indonesia, il semaforo rosso è scattato per la decisione del ministero dei Trasporti.
Ad ottobre 2018, un Boeing 737 MAX 8 della Lion Air è precipitato poco dopo il decollo, provocando la morte di 189 persone. In Indonesia sono presenti 11 apparecchi di questo tipo: 10 appartengono alla Lion Air e uno alla Garuda Indonesia

Leggi anche  Brexit, il Parlamento dice no all 'uscita dall'Ue il 29 marzo

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione