Banche, Federconsumatori Toscana: “Caro Governo, a quando i decreti per i rimborsi ai risparmiatori?”

Banche, Federconsumatori Toscana: “Caro Governo, a quando i decreti per i rimborsi ai risparmiatori?”

Firenze, 18-3-2019 –ERA IL 31 DICEMBRE 2018. La Legge di Bilancio appena approvata stabiliva che entro il 31 Gennaio 2019 sarebbero stati emanati i decreti attuativi sui rimborsi.

IL 29 GENNAIO 2019 in un incontro al MEF, il Sottosegretario Villarosa comunicava che il Governo aveva effettuato tutte le verifiche con BCE, Banca d’Italia e UE e che, non avendo ricevuto alcuna obbiezione, a giorni sarebbe stato diramato il testo del Decreto attuativo.

IL GIORNO 11 FEBBRAIO 2019Luigi Di Maio e Matteo Salvini, cioè i due Vice Premier e Leader dei due partiti di Governo, incontravano, in una partecipata assemblea tenuta a Vicenza, i risparmiatori truffati per ribadire che di lì a poco i decreti attuativi sarebbero stati pubblicati.

IL 14 FEBBRAIO 2019 al MEF, è stata consegnata una raffazzonata bozza di Decreto sulle procedure per i rimborsi, e chiesto alle Associazioni di far pervenire entro due giorni le loro osservazioni al testo poiché c’era urgenza di pubblicarlo e dare avvio alle procedure.

IL 18 FEBBRAIO 2019 le Associazioni dei risparmiatori hanno diligentemente fatto pervenire al MEF le osservazioni ed i loro emendamenti alla Bozza del Decreto.

Nel frattempo, il 31 GENNAIO 2019 cioè due giorni dopo l’incontro del 29 al MEF, con un lancio dell’agenzia Reuters si è appreso che la Commissione Europea aveva inviato una comunicazione ufficiale al Governo Italiano esprimendo seri dubbi circa le procedure sui rimborsi ai risparmiatori così come individuati dalla Legge di Bilancio.

SIAMO GIUNTI AL 18 MARZO 2019 e non solo non è stato approvato alcun Decreto ma è addirittura sparita la bozza sulla quale le Associazioni avevano fatto pervenire le loro osservazioni.

Leggi anche  Silvio Brusaferro è da oggi il nuovo commissario per l’esercizio delle funzioni del presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.

FEDERCONSUMATORI TOSCANA A QUESTO PUNTO, CHIEDE CHE IL GOVERNO DELLA TRASPARENZA SIA DAVVERO TRASPARENTE, epone anche a nome dei risparmiatori truffati alcune domande alle quali dovranno essere date adeguate risposte:

  • Perché questi Decreti non sono stati ancora approvati?
  • Che soggiace dietro al fatto che dopo la lettera della Commissione Europea tutto si è fermato e non si parla più dei Decreti Attuativi?
  • Se i problemi sollevati dall’Europa sono superati, questi Decreti quando vedranno la luce del sole visto che la data del 31 Gennaio è abbondantemente scaduta?
  • Se, come parrebbe, i problemi non sono superati come intende muoversi il Governo per bypassare gli ostacoli posti dall’Europa? Cosa viene proposto per sbloccare la situazione?

Federconsumatori Toscana ha da sempre sostenuto che le promesse elettorali fatte da chi governa venissero tradotte in approvazione di norme semplificate, con le quali indennizzare i risparmiatori (migliaia i toscani interessati) e mettere fine ad una dolorosa vicenda che si protrae ormai da cinque anni. I risparmiatori sono già stati umiliati, hanno sofferto a lungo e non vanno delusi. E’ quindi giunto il momento di far conoscere i tempi verientro i quali verranno approvati i Decreti e si potranno avviare le domande d’indennizzo al FIR. Ovvero se ci sono ostacoli, come si intende superarli. Ormai il tempo dei comizi è scaduto; ora è il momento di agire e di far seguire alle promesse i fatti. Federconsumatori Toscana, nel sostenere la necessità di riprendere le iniziative a sostegno delle richieste, rivolge un appello a tutte le altre Associazioni dei risparmiatori, a partire da quelle del CRCU, per una riunione/incontro che proponiamo debba tenersi ad Arezzo nei prossimi giorni, per valutare la situazione e decidere come proseguire nelle iniziative verso il Governo. A tale fine Federconsumatori Toscana prenderà contatto con i rappresentanti delle altre Associazioni per organizzare l’incontro.

Leggi anche  Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, è stato arrestato nell'ambasciata dell'Ecuador

Firmato: Massimo Falorni presidente FEDERCONSUMATORI 

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione