Firenze, scandalo diamanti: sindacati Banco Bpm, dipendenti soli a gestire tensione insostenibile con clientela. Stato di agitazione

Scandalo Diamanti: sindacati Banco Bpm, dipendenti soli a gestire tensione insostenibile con clientela. Stato di agitazione

Fabi, First Cisl, Ficac Cgil,  Uilca, Unisim

Firenze 20.03.2019.- Lo scandalo diamanti ha coinvolto i 4 principali Gruppi bancari del nostro Paese. Fra questi soltanto Banco Bpm non si è ancora reso disponibile all’integrale rimborso dei propri clienti. I dipendenti (1250 in Toscana, 23.000 in Italia) sono stati quindi lasciati soli dall’azienda a gestire una tensione insostenibile con la clientela. I lavoratori, destinatari anch’essi di informazioni fuorvianti ricevute dall’azienda, rivendicano la propria buona fede e la vicinanza alla clientela. A tal fine proclamano la mobilitazione per chiedere con forza, al fianco dei clienti, l’integrale rimborso da parte della banca delle somme investite. Per spiegare in dettaglio una situazione insostenibile e per annunciare le iniziative di lotta a sostegno delle richieste di sindacati e lavoratori è convocata una

Leggi anche  Napoli, ospedale del Mare chiuso per festeggiare il nuovo primario

La tua opinione