Siena, emessa l’ordinanza per la prevenzione e il controllo delle zanzare tigre

Sono state disposte particolari norme igieniche e comportamentali per limitare al massimo la diffusione, nel territorio senese, dell’insetto aedes albopictus, meglio conosciuto come zanzara tigre.

L’ordinanza, in vigore dal 1° aprile fino al prossimo 30 novembre, è rivolta a: cittadini, proprietari e amministratori condominiali, proprietari e conduttori di terreni adibiti a orti domestici, responsabili di depositi e attività industriali, artigianali e commerciali, con particolare riferimento ad attività di rottamazione, stoccaggio materiali di recupero, veicoli e macchinari, gestori di depositi (anche temporanei) di copertoni di auto per riparazione, rigenerazione, vendita e altro, responsabili di cantieri, titolari e conduttori di aziende agricole, florovivaistiche e zootecniche.

Le misure da adottare sono tese a ridurre il più possibile la formazione delle larve di questa specie particolarmente fastidiosa e aggressiva.

In particolare, dovrà essere evitata la raccolta di acqua stagnante, abbandonando oggetti e contenitori per la raccolta dell’acqua piovana, compresi anche copertoni, bottiglie, bidoni, sottovasi; questi ultimi svuotati almeno una volta la settimana o coperti ermeticamente con teli di plastica, coperchi o zanzariere. I tombini, le griglie di raccolta e i fontoni devono essere puliti periodicamente, o trattati con appositi prodotti antilarvali oppure, in alternativa, dove possibile, nelle fontane e nei laghetti, vi possono essere introdotti dei piccoli pesci che si nutrono delle larve delle zanzare (pesci rossi, gambusie). Le aree verdi, gli orti, i giardini e gli spazi esterni privati devono essere tenuti puliti da erbacce, sterpi e rifiuti di ogni genere.

Ai trasgressori verrà applicata una sanzione di 103,29 euro.

Leggi anche  Il servizio nelle paritarie? Per Fioramonti varrà per accedere ai Pas

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione