Bari, Alimentazione e sport alla gara Cut Puglia di Castellaneta

AL MERCATO CONTADINO DI CAMPAGNA AMICA I PERSONAL TRAINER DEL CIBO; ALIMENTAZIONE E SPORT ALLA GARA CUT PUGLIA DI CASTELLANETA

Si rinsalda il binomio tra agricoltura e salute, sempre vincente il connubio tra alimentazione e sport. In quest’ottica i ‘personal trainer del cibo’ del Mercato contadino di Campagna Amica hanno accompagnato con il cibo giusto le fatiche degli atleti, impegnati nei due percorsi di 25 chilometri e 10 chilometri, attraverso il suggestivo scenario delle Gravine di Castellaneta, della gara CUT Puglia, la Castellaneta Urban Trail, del 4 e 5 maggio.

“La scorretta alimentazione è, insieme alla minor attività fisica, una delle cause principali della crescente diffusione di casi di obesità e di sovrappeso che aumentano in misura esponenziale i fattori di rischio di malattie cardiovascolari. L’effetto nefasto di una cattiva alimentazione non è solo l’obesità, perché il 35% dei tumori, secondo i dati della Lilt, si sviluppa a seguito di una alimentazione scorretta. Ciò dimostra l’importanza prioritaria di formare una vera e propria cultura della ‘buona e sana tavola’, educazione che deve partire necessariamente dall’età scolare per formare consumatori maturi per vivere meglio e più a lungo. Per questo gli eventi sportivi così entusiasmanti e ambiziosi, come la CUT PUGLIA, divengono per Coldiretti e per la rete delle aziende agricole di Campagna Amica uno strumento infallibile di educazione alla corretta e sana alimentazione. I prodotti tradizionali e tipici rispondono all’esigenza di garantire sicurezza alimentare, tutela ambientale e salvaguardia della storia e del patrimonio di tradizioni del territorio”, dichiara il presidente di Coldiretti Taranto, Alfonso Cavallo.

“L’idea dei Mercati contadini di Campagna Amica nasce dalla esigenza di far incontrare i produttori ed i consumatori in un mercato senza alcuna intermediazione – aggiungeAldo De Sario, direttore di Coldiretti Taranto – al fine di calmierare i prezzi e creare maggiore potere di acquisto a beneficio dei consumatori che grazie alla vendita diretta hanno garanzia della sicurezza sull’origine, della qualità e del prezzo. Le manifestazioni come la gara CUT Puglia di Castellaneta ci aiutano a ribadire la necessità di stanare e combattere tutti i falsari dell’agroalimentare che speculano sulla pelle di imprenditori agricoli e consumatori”.

Leggi anche  Def, bocciato daĺl' Europa. Grave preoccupazione

L’obiettivo di Coldiretti e Campagna Amica è ‘culturale’ e consiste nel tentare di cambiare abitudini di consumo sbagliate che si sono diffuse ovunque, formando consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti. Da ciò l’impegno della Coldiretti, attraverso il progetto di Campagna Amica, di offrire agli studenti e alle loro famiglie, agli insegnanti e, più in generale, ai consumatori una visione concreta e reale del cibo sano e genuino.

Per aiutare tutto il sistema scolastico e le famiglie ad alimentare al meglio le giovani generazioni e l’intero nucleo familiare – spiega Coldiretti – da anni il Progetto di Educazione alla Campagna Amica ha agevolato l’incontro tra i bambini e i prodotti agricoli ‘fatti’ dagli agricoltori e in Puglia negli ultimi 10 anni sono stati coinvolti nel progetto delle masserie didattiche 90mila bambini e 270 scuole.

La legge regionale sul KM0 – aggiunge Coldiretti – è riuscita di fatto a raccogliere il consenso bipartisan sul delicato tema della sicurezza alimentare, della nutraceutica e della salute dei bambini e degli adulti ed è una risposta responsabile all’83 per cento dei genitori pugliesi convinto che anche le mense pubbliche debbano offrire cibi più sani per educare le nuove generazioni alla sana e corretta alimentazione.

La tua opinione