Incidente stradale sulla Siena-Firenze, attivata unità di crisi dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese

In relazione all’incidente stradale, verificatosi questa mattina (22 maggio) sul raccordo Siena-Firenze, l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese comunica che alle ore 9.45 era già stata attivata l’unità di crisi interna per affrontare l’emergenza. Alle ore 12 i pazienti in codice rosso arrivati al policlinico Santa Maria alle Scotte sono 4, 7 quelli in codice giallo e altri 7 in codice verde. Al momento sono in corso gli esami di approfondimento diagnostici. Altri pazienti coinvolti nell’incidente sono stati presi in carico dall’Azienda USL Toscana Sud-Est, nei presidi ospedalieri più vicini. Il tavolo operativo dell’unità di crisi, coordinato dal direttore sanitario Roberto Gusinu, si è attivato presso il Dipartimento di emergenza-urgenza e servizi diagnostici: potenziato il personale con raddoppiamento di turni e disponibilità, sia in Pronto Soccorso (a livello di medici, infermieri e OSS) che nei reparti specialistici per implementare i percorsi diagnostici e di cura dei pazienti in arrivo. In caso di necessità, sono state 7 le sale operatorie preallertate, circa 20 i posti letto aggiuntivi tra ricovery room, terapie intensive e sub-intensive e altri reparti specialistici. Attivato il Centro Regionale Sangue per l’invio di unità supplementari di emocomponenti e il servizio di interpretariato per gli accompagnatori e gli stessi pazienti giunti all’ospedale di Siena. Al tempo stesso, l’Aou Senese ha comunicato agli utenti del DEA che a causa dell’emergenza, i tempi di attesa per i codici a bassa priorità avrebbero potuto subire dei rallentamenti.

Leggi anche  Sardegna, due attentati a Nuoro. Nel mirino il sindaco e la sede del Pd

La tua opinione