Maturità seconda prova : “Placito e Plutarco” gli autori al classico

Al via stamane alle ore 8,30 la seconda prova scritta dell’esame di maturità per circa 520 mila maturandi, la prova doppia. Sono Tacito e Plutarco gli autori al Classico. Per lo Scientifico (prova di matematica e fisica) la prova prevede la soluzione di un problema a scelta tra due proposte e la risposta a quattro quesiti tra otto proposti. Il compito di fisica prevede un problema su un condensatore.

Dall’autoritratto al selfie la traccia per i maturandi dell’artistico indirizzo arti figurative plastico scultoreo. La luna e l’anniversario dello sbarco del 1969 quella per l’artistico indirizzo audiovisivo e multimediale.

Per Scienze Umane, la traccia parte dai testi tratti da “Lettera a una professoressa”, libro del 1967 scritto da alcuni ragazzi della scuola di Barbiana, sotto la supervisione di don Lorenzo Milani e “Storia della scuola” di Saverio Santamaita. Lo rende noto Skuola.net.

La versione di latino e il testo greco trattano della figura dell’imperatore romano Galba. La prima è tratta da Historiae di Tacito, il secondo da Vita di Galba di Plutarco (Vite Parallele). Servio Sulpicio Galba Cesare Augusto, imperatore romano, ascese al trono alla morte di Nerone, e fu il primo a regnare durante l’anno dei 4 imperatori, ricorda Skuola.net. Governò appena per 7 mesi: il 15 gennaio 69 venne assassinato dai pretoriani, che sostennero l’ascesa del nuovo imperatore Otone.

Al liceo scientifico, secondo i tutor di Skuola.net, uno dei problemi verte sulla Circuitazione del campo magnetico, chiedendo di sviluppare la formula che descrive il campo magnetico all’interno di un condensatore. L’altro problema, invece, è un classico studio di funzione.

Traccia di Scienze Umane, il commento del tutor di Skuola.net – Ramona Consoli:

Leggi anche  Aldo Moro: la pazienza della Democrazia

“Dalla traccia si evince come in Italia sia presente ancora una forte differenziazione linguistico-sociale. Che ruolo ha la scuola Italiana in questo contesto? Essa dovrebbe essere strumento di inclusione ed integrazione sociale garantendo a tutti i cittadini un’ uguale istruzione, ponendo le giusti basi conoscitive per scelte educative, e non, consapevoli. Se non avesse questi obiettivi la scuola così come la intendiamo non dovrebbe esistere. Sulla base di queste premesse bisogna individuare se e come è cambiata la scuola oggi anche in relazione alle nuove tecnologie.”

Il Miur ha pubblicato il codice del plico telematico sul proprio sito www.miur.gov.it, e sui profili social. Le commissioni d’Esame coinvolte quest’anno sono 13.161 per 26.188 classi. I candidati iscritti alla Maturità sono 520.263, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni. Il tasso di ammissione all’Esame è stato del 96,3%.

Anche oggi c’è il divieto tassativo per i candidati di utilizzare cellulari, smartphone, PC e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini, pena l’esclusione dall’Esame.

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione