Alert Aifa, i farmaci Clexane*, Neupro*, Vimpat*, Spiriva* “senza i ‘bollini’ identificativi”

L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha comunicato in un ‘alert’ internazionale che quattro farmaci Clexane*, Neupro*, Vimpat*, Spiriva* potrebbero essere sul mercato “senza i ‘bollini’ identificativi”, provenendo quindi da “forniture originate da fonti non autorizzate”. Dopo la scoperta, da parte dell’agenzia regolatoria britannica, di alcune confezioni di farmaci senza fustelle, l’Aifa ha emesso l’alert internazionale con la lista dei medicinali e i numeri di lotto.

Nello stesso documento l’Aifa ha invitato gli operatori a segnalare ogni anomalia in caso di confezioni con caratteristiche non conformi o eventuali offerte di acquisto dei prodotti menzionati nella lista. Visto che i quattro farmaci, Neupro (per la malattia di Parkinson), Vimpat (epilessia), Clexane (anticoagulante) e Spiriva (per curare la broncopneumopatia cronica ostruttiva) sono “tra quelli attualmente considerati a rischio di carenza in Italia – sottolinea il documento dell’Aifa – chiediamo di verificare la provenienza dei medicinali che potrebbero aver avuto origine da fonti non autorizzate”.

Leggi anche  Maculopatia retinica: i farmaci Avastin-Lucentis vanno erogate nelle strutture pubbliche

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione