Rossi, Niente inciuci. No a governi Grillo-Renzi.

Niente inciuci. No a governi Grillo-Renzi.
Ha ragione Zingaretti. Quando un governo fallisce la parola torna al popolo. Questo avviene regolarmente in ogni democrazia europea.
La deriva antidemocratica di Salvini non si ferma facendo un governo istituzionale che fa la manovra di bilancio e poi magari dura anni perché c’è sempre un’emergenza.
Leggere sui giornali che Renzi e Grillo sono favorevoli a fare un governo insieme mi lascia stupefatto.
Io ho sempre sostenuto che il PD è alternativo sia alla Lega sia al M5stelle. Rimango su questa posizione.
Ancor più oggi dopo il fallimento del governo populista.
Illudersi di sconfiggere Salvini con un governo che avrebbe il Paese all’opposizione è un enorme errore di valutazione.
Salvini all’opposizione finirebbe solo per potenziarsi giorno dopo giorno.
Solo in una battaglia in campo aperto, con i cittadini chiamati al voto, Salvini può essere sconfitto.
La posizione giusta è quella di Nicola Zingaretti.

P.S. L’argomento della necessità di fare la manovra di bilancio per evitare il disastro dei conti pubblici e giustificare la nascita di un governo istituzionale con una nuova maggioranza non è corretto. Si può andare al voto ed evitare che scattino i 23 miliardi dell’iva anche con un governo di minoranza che assume i provvedimenti minimi per tenere i conti sotto controllo.
La manovra di bilancio potrà essere fatta dopo da un governo legittimato dal voto.

Leggi anche  Senato, intervento di Conte

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione