Open Arms, la situazione a bordo è molto critica. La Spagna ha offerto il porto di Algeciras

Un porto offerto dal governo di Madrid, la stanchezza e la fatica dei migranti a bordo da oltre due settimane, il gesto di alcuni di loro che si sono tuffati in mare, donne e bimbi che piangono (VIDEO). Ore concitate a bordo della Open Arms, a cui la Spagna ha offerto il porto di Algeciras per far sbarcare le 107 persone che da giorni si trovano di fronte all’isola di Lampedusa. Lo ha comunicato il presidente del Consiglio facente funzioni, Pedro Sanchez, sottolineando di aver preso questa decisione di fronte alla situazione di emergenza che si vive sulla nave, secondo quanto si legge in un comunicato della presidenza del Consiglio spagnolo.

Ma per Ong Proactiva Open Arms lo sbarco ad Algeciras “non fattibile” . “Queste persone hanno bisogno di essere sbarcate immediatamente – ha detto un fonte della Ong ad Europa Press – stiamo in questo momento in una situazione di emergenza umanitaria e queste persone devono essere sbarcate”. “Ci sono sentenze che lo stanno dicendo da giorni”, concludono riferendosi alla sentenza del Tar. Poi, in riferimento alla disponibilità spagnola Open Arms precisa: “Non abbiamo rifiutato l’offerta della Spagna ma fatto solo presente che dopo 17 giorni in mare con persone stremate e la situazione di emergenza a bordo non siamo in grado di affrontare 7 giorni di mare”. Open Arms ha inviato “una richiesta urgente per poter entrare nel porto di Lampedusa e sbarcare le 107 persone a bordo da 17 giorni. Le loro condizioni psicofisiche sono critiche, la loro sicurezza è a rischio. Se accadrà il peggio, l’Europa e Salvini saranno responsabili” scrive la ong su Twitter.

Leggi anche  Il Presidente Mattarella all’Altare della Patria e ai Fori Imperiali

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione