Consultazioni, Zingaretti: “Governo di svolta o voto”

“Abbiamo manifestato al presidente della Repubblica la disponibilità a verificare la formazione diversa maggioranza e l’avvio di una fase politica nuova e un governo nel segno della discontinuità politica e programmatica”, ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti al termine dell’incontro con Mattarella. “Non un governo a qualsiasi costo: serve un governo di svolta, alternativo alle destre, con un programma nuovo, solido, una ampia base parlamentare e ridia una speranza agli italiani. Se non dovessero esistere queste condizioni, tutte da verificare, lo sbocco naturale della crisi sono nuove elezioni anticipate alle quali il Pd è pronto”. Il Pd ritiene “utile” provare a costituire un “governo di svolta” per il quale “abbiamo indicato i primi non negoziabili principi”: primo tra tutti la riconferma della “vocazione europeista” dell’Italia.

Consultazioni, Zingaretti: “Governo di svolta o voto”

Leggi anche  Bologna:Settimana della Legalità. Mezzetti: "La penetrazione della criminalità organizzata nel tessuto economico è un cancro che combattiamo e contrastiamo con le nostre politiche"

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione