“Tutta colpa di mia sorella” in scena al teatro tenda Zappala’

Il secondo e attesissimo appuntamento con la XXIV Stagione del Gran Teatro Tenda di
Palermo, è ancora con la prosa. Andrà in scena infatti la divertente commedia in due atti di
Nino Zappalà “Tutta colpa di mia sorella”, per la regia del Maestro Franco Zappalà. Lo
spettacolo prende vita in maniera semplice e naturale, ma nel corso del primo atto si
trasformerà in un vortice di malintesi che coinvolgeranno in prima persona il protagonista,
Nicolino Pensabene il fabbro, interpretato magistralmente dallo stesso Nino Zappalà, che sarà
involontariamente coinvolto, quindi in un esilarante equivoco.
Oltre a Nicolino Pensabene, prendono parte alla commedia i due coniugi Franco e Viviana,
(Franco Zappalà e Viviana Zappalà) soci di un’azienda e compari del Pensabene, il loro
contabile Pino Bellavia (Angelo La Franca), le due sorelle di Nicolino, Angela (Chiara Italiano)
e Concetta (Maria Zappalà) e il giovane Ciccu Dina (Giuseppe Condello) ex fidanzato di Maria
Pansoni, ora spasimante di Angela. A loro, in questo gioco di equivoci si uniranno altri
personaggi interpretati da: Pasquita Alacqua che sarà la locandiera; Alfonso Biuso, Rosita
Sgroi e Patrizia Sgroi saranno i posteggiatori e Ugo lo Voi sarà il vigile urbano.
TRAMA: Ciccu, per avere i favori di Angela, si rivolge a Maria chiedendo di intercedere
presso Nicolino affinché possa recarsi alla festa di paese accompagnandosi a lei e
dichiararle il suo amore. Maria si presta volentieri promettendogli anche che donerà del
denaro ad Angela affinché possa portarlo in dote per il loro futuro matrimonio. Maria
quindi parla con il compare Nicolino ma durante il colloquio vengono ascoltati dal contabile
Pino Bellavia che interpreta male ciò che sente e immagina che Ciccu non sia lo
spasimante di Angela ma l’amante della stessa Maria. Credendo Maria donna di facili
costumi, il contabile si sente autorizzato pertanto a farle pesanti avances. Questo avviene
proprio nel momento in cui arrivano in casa Franco, il marito di Maria, e Ciccu Dina che
viene messo in fuga dal contabile, Pino Bellavia che minaccia il giovane con una pistola.
Ovviamente Maria aveva rifiutato le avances di Pino, il quale per vendicarsi racconta a
Franco di avere scoperto che Ciccu è ancora attratto da Maria e lui per difendere l’onore
di lei lo caccia di casa. Ecco come nasce questa commedia degli equivoci che avrà il suo
susseguirsi di doppi sensi e situazioni comiche, fino alla festa dove finalmente il tutto verrà
chiarito con la soddisfazione di tutti.
La prima dello spettacolo andrà in scena Venerdì 08 Novembre alle ore 18:00 e

Leggi anche  L’eroe comico di Antonello Fassari al Teatro Verdi

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione