Palermo, incontro tra Cisal e Orlando “Sì alla mobilità fra le partecipate Ma il Comune rilanci i servizi alla città”

Palermo, incontro tra Cisal e Orlando
“Sì alla mobilità fra le partecipate
Ma il Comune rilanci i servizi alla città”

Palermo, 9 novembre 2019 – Si è tenuto oggi a Palazzo delle Aquile l’incontro tra l’amministrazione comunale di Palermo, rappresentata dal sindaco Leoluca Orlando e dalla giunta, e il sindacato Cisal presente con la segreteria confederale di Palermo.

“Un momento importante di confronto nell’interesse della città e dei lavoratori – dicono Gianluca Colombino, Giuseppe Badagliacca e Nicola Scaglione – La riorganizzazione del sistema delle partecipate è fondamentale per garantire servizi di qualità ai cittadini e valorizzare al meglio i lavoratori e in questo senso è fondamentale il processo di mobilità orizzontale tra le partecipate attraverso il meccanismo della cessione di contratto su base volontaria. Alcune aziende come Amap, Amat e Rap hanno certamente bisogno di nuovo personale e la Reset deve applicare gli accordi sindacali che prevedono il ritorno a salari dignitosi per tutto il personale. Bisogna potenziare Amg e Sispi e adottare nuove strategie improntate all’innovazione e al rispetto dell’ambiente”.

“Abbiamo ribadito le richieste che da tempo la Cisal porta avanti – continua il sindacato – tra cui una holding unica che accorpi tutte le partecipate con un’unica regia e programmazione. Serve un percorso chiaro e certo di ammodernamento dei servizi offerti alla città: il tempo degli sprechi e dei carrozzoni è finito, abbiamo bisogno di una visione di insieme che garantisca adeguati standard di qualità. Un processo che deve includere necessariamente i dipendenti diretti del Comune, con un intervento sui part -time a cui garantire un ulteriore incremento dei contratti verso il tempo pieno. I dipendenti diretti sono parte essenziale di tutta la macchina amministrativa: anche alla luce dei pensionamenti i concorsi sono ormai improcrastinabili, così come la riqualificazione del personale tramite progressioni. Una volta esaurite le richieste volontarie del personale delle partecipate, abbiamo proposto che per compensare i vuoti si dia priorità proprio ai comunali part-time con specifiche competenze.

Leggi anche  Pistoia, maltempo:muore coppia di anziani

About Marina Pellitteri

Direttore responsabile

La tua opinione