Dl fisco: tutte le novità

Dall’Iva al 5% per assorbenti compostabili o lavabili, al rinvio per le multe per la mancanza dei seggiolini antiabbandono, dallo slittamento della scadenza del 730 al 30 settembre, agli straordinari di polizia e vigili del fuoco. Sono molte le modifiche approvate nella notte al Dl fisco dalla commissione Finanze della Camera. Ecco le principali:

Slitta a settembre scadenza 730 – Approvato un emendamento che riscrive il calendario fiscale, con la scadenza del 730 che passa dal 23 luglio al 30 settembre. Cresce anche la platea dei contribuenti che possono usare il 730: oltre ai dipendenti e ai pensionati, possono presentarlo anche i titolari di redditi assimilati a quello di lavoro dipendente e i titolari di redditi di lavoro autonomo occasionale

Multe per seggiolini bebè – Approvato anche un emendamento al dl Fisco che rinvia al 6 marzo le multe per chi non si adegua alle nuove norme sui seggiolini auto per i bambini e fa salire da uno a 5 milioni gli stanziamenti previsti nel 2020 per le agevolazioni sotto forma di credito di imposta.

Iva assorbenti bio – L’Iva passa dal 22% al 5% per gli assorbenti compostabili o lavabili. Il sottosegretario Alessio Villarosa è intervenuto spiegando che “c’è un impegno del governo per intervenire totalmente” sulla questione, in modo da allargare lo spettro delle tipologie di prodotti igienici femminili per i quali sarà abbassata l’Iva.

No multe a negozianti senza pos – Il sottosegretario al Mef, Alessio Villarosa, ha annunciato su Facebook che è stata “approvata l’abrogazione delle sanzioni per i commercianti che non hanno il pos per i pagamenti con carta di credito/debito”.

Carcere evasori – Via libera della commissione Finanze della Camera alle norme sul carcere agli evasori ma la maggioranza si spacca: Italia Viva ha infatti votato no. “La decisione di rinviare applicazione della spazzacorrotti per equiparare le regole di trasparenza tra partiti e fondazioni è un clamoroso errore che la commissione ha fatto nottetempo col voto favorevole di M5S, Pd e Leu e il voto contrario di Italia Viva”, ha scritto questa mattina su Twitter Luigi Marattin, di Italia viva.

Leggi anche  Conti pubblici: Unimpresa, deficit 181 mld in 2019-2022 con 301 mld interessi debito

Ira di Confindustria: “Approccio iper repressivo”

Straordinari di polizia e vigili del fuoco – In arrivo 180 milioni di euro per pagare gli straordinari dei poliziotti e dei vigili del fuoco effettuati prima del 2019 e non ancora liquidati, in deroga alle norme vigenti. La proposta di modifica approvata nello specifico prevede che 175 milioni di euro siano destinati al pagamento dei compensi per il lavoro straordinario delle forze di polizia e 5 milioni di euro al corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Le altre misure – La commissione Finanze della Camera ha approvato l’emendamento del governo al dl fisco che autorizza per il 2019 “una spesa da 460 milioni per il finanziamento di investimenti infrastrutturali della rete ferroviaria nazionale”. Introdotto poi un incentivo per l’acquisto di airbag per moto. In base alla norma, dal 2020 si potrà detrarre fino a 250 euro (il 50 per cento di una spesa massima di 500 euro) “per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale moto airbag”. Per il provvedimento sono stati stanziati fino a 30 milioni di euro all’anno. Infine, Iva al 4% per l’acquisto di auto ibride ed elettriche da parte di persone con disabilità.

La tua opinione